17 anni fa oggi: Johnny Cash muore a 71

La musica country ha perso uno dei suoi più grandi cantanti e cantautori di tutti i tempi il settembre. 12, 2003, quando Johnny Cash morì all’età di 71 anni.

Il leggendario Man in Black ha lasciato una vasta eredità musicale, a partire dalla pubblicazione del suo singolo di debutto, “Hey Porter”, nel 1955 e continuando con una lunga serie di classici che includevano “I Walk the Line”, “Ring of Fire”, “Folsom Prison Blues”, “Sunday Mornin’ Comin’ Down”, “One Piece at a Time” e molti altri., Cash ha registrato più di 100 album e pubblicato più di 150 singoli, ed è stato una delle poche star country della sua epoca a pubblicare alcuni dei suoi lavori più potenti più tardi nella sua carriera, invece di svanire in una relativa oscurità.

Il suo album American Recordings nel 1994 ha scatenato una rinascita di carriera che ha continuato anche quando la salute di Cash ha cominciato a declinare. Ha vinto un Grammy per il miglior album folk contemporaneo, e il suo album successivo, Unchained, ha ricevuto un Grammy per il miglior album Country nel 1996., Cash ha pubblicato l’ultimo album della sua vita, American IV: The Man Comes Around, nel novembre del 2002.

Cash è stato membro sia della Country Music Hall of Fame e Rock and Roll Hall of Fame, e ha guadagnato una carriera totale di 13 Grammy e venduto 90 milioni di dischi nel corso dei decenni.

Il musicista iconico è morto solo nove settimane dopo il settembre. 12, da insufficienza respiratoria che era una complicazione del diabete.

Le coppie più carine del paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *