amoxicillina

meccanismo di azioneamoxicillina

battericida. Inibisce l’azione delle peptidasi e delle carbossipeptidasi impedendo la sintesi della parete cellulare batterica.,

terapeutica Indicationsamoxicillin

infezioni causate da ceppi sensibili come: infezioni della gola, del naso e delle orecchie (tonsillite, otite media, sinusite); infezioni del tratto respiratorio inferiore (acuta e cronica, bronchite, polmonite batterica); infezioni del tratto genito-urinario senza complicazioni urologiche (cistite e uretrite); infezioni della pelle e dei tessuti molli (incluse infezioni in odontoiatria; infezioni delle vie biliari; ENF. o borreliosi di Lyme: nel tto., infezione localizzata precoce (primo stadio o eritema migratorio localizzato) e infezione disseminata o secondo stadio; febbre tifoide e paratifo (particolarmente indicata per tto. portatori biliari cronici); tto. eradicazione di Helicobacter pylori in associazione con PPI e, se del caso, altri antibiotici: ulcera peptica e linfoma gastrico del tessuto linfoide associato alla mucosa, di basso grado; profilassi dell’endocardite prodotta da batteriemia post-manipolazione / estrazione dentale; tto. ., e profilassi di sepsi, endocardite, meningite, pielonefrite e alcune neuropatie.

Posologiaamoxicillina

metodo di amministrazioneamoxicillina

tto può essere avviato. per via parenterale secondo le raccomandazioni di dosaggio per la formulazione parenterale e continuare con una formulazione orale. Per le capsule.: deglutire con acqua senza aprire la capsula; comp. rivestito: deglutire con acqua; comp. dispersibile: sospendere in acqua per bere o prendere direttamente con una quantità sufficiente di acqua (può essere diviso per una facile deglutizione).,

controindicazioni amoxicillina

ipersensibilità ai ß-lattami; anamnesi di grave reazione immediata di ipersensibilità (ad es. anafilassi) ad un altro agente ß-lattamico (ad es. cefalosporina, carbapenema o monobattame).

avvertenze e avvertenzeamoxicillina

I. R., regolare la dose; Monitorare la funzionalità epatica nei pazienti con disfunzione epatica; prevedere la possibile reazione anafilattica, in caso di reazione allergica, interrompere la somministrazione e istituire tto., rischio di: convulsioni in pazienti con funzionalità renale compromessa, con una storia di convulsioni, con epilessia trattata o con disturbi delle meningi o ad alte dosi; interrompere la tto. se si verifica eritema febbrile associato a pustola generalizzata; rischio di reazione di Jarisch-Herxheimer dopo tto. da enf. di Lyme e crescita eccessiva di microrganismi non sensibili in tto. prolungato (casi segnalati di colite, interrompere tto. se appare); in tto., eseguire una valutazione periodica delle funzioni organiche (renale, epatica ed ematopoietica); con alte dosi, mantenere un’adeguata assunzione di liquidi e diuresi per ridurre il rischio di cristalluria; monitorare il tempo di protrombina o INR in concomitanza con anticoagulanti e regolare la loro dose se necessario; evitare tto. in caso di mononucleosi infettiva.

insufficienza Epaticaamoxicillina

Monitora la funzionalità epatica in pazienti con disfunzione epatica.

insufficienza Renaleamoxicillina

attenzione. Adattare le dosi secondo Clcr.,

Interazioniamoxicillina

vedi Prec. Inoltre:
aumenta la possibilità di eruzione cutanea con: allopurinolo.
antagonismo con: antibiotici batteriostatici (cloramfenicolo, tetracicline, eritromicina, sulfonamidi).
la secrezione tubulare è diminuita di: probenecid.
diminuisce l’efficacia di: contraccettivi orali (utilizzare il metodo non ormonale).
assorbimento diminuito da: antiacidi.
inattivazione chimica accelerata da: assunzione di alcol.
aumenta le concentrazioni di: metotrexato.,
Laboratorio: falso + glucosio nelle urine con metodi chimici (impiegare metodi enzimatici), interferisce con la determinazione di AC. urico, proteine del sangue e test di Coombs, distorce i risultati del test estriolo in donne in gravidanza.

Pregnancyamoxicillin

gli studi sugli animali non hanno mostrato effetti avversi diretti o indiretti rispetto alla tossicità riproduttiva. Dati limitati sull’uso di amoxicillina in gravidanza negli esseri umani non indicano un aumentato rischio di malformazioni congenite., L’amoxicillina può essere utilizzata in gravidanza quando i potenziali benefici superano i potenziali rischi associati al trattamento.

Lattazioneamoxicillina

l’amoxicillina viene escreta nel latte umano in piccole quantità con possibile rischio di sensibilizzazione. Pertanto, la diarrea e l’infezione fungina delle mucose possono verificarsi nel bambino, quindi l’allattamento al seno potrebbe dover essere interrotto. L’amoxicillina deve essere somministrata solo durante l’allattamento dopo che il rapporto rischio/beneficio è stato valutato dal medico.,

effetti sulla capacità di guidaremoxicillina

non sono stati condotti studi sulla capacità di guidare veicoli e sull ‘ uso di macchinari. Tuttavia, possono verificarsi effetti indesiderati (ad es. reazioni allergiche, capogiri, convulsioni) che possono influenzare la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari.

reazioni Avverseamoxicillina

diarrea, nausea; eruzioni cutanee. Inoltre, è stata identificata una reazione ai farmaci con eosinofilia e sintomi sistemici (DRESS).,

Vidal VademecumFuente: il contenuto di questa monografia di principio attivo secondo la classificazione ATC, è stato scritto tenendo conto delle informazioni cliniche di tutti i farmaci autorizzati e commercializzati in Spagna classificati in tale codice ATC. Per conoscere in dettaglio le informazioni autorizzate dall’AEMPS per ciascun medicinale, consultare la relativa Scheda Tecnica autorizzata dall’AEMPS.

monografie principio attivo: 05/01/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *