Antropologia forense (Italiano)

Indagine forense

Gli antropologi forensi possono lavorare con corpi in una varietà di condizioni, tra cui mummie, mucchi di ossa, corpi decomposti, resti carbonizzati e vittime di incidenti aerei o catastrofi naturali. Le indagini spesso iniziano con un team di ricerca a terra utilizzando cani cadavere o un aereo a bassa quota per individuare un corpo mancante o scheletro., Come un esame meticoloso di qualsiasi scena della morte è imperativo, antropologi forensi sono spesso coinvolti nelle prime fasi di indagare uno scheletro umano. Dopo aver mappato, fotografato ed etichettato gli elementi rilevanti sulla scena, le prove osteologiche vengono esaminate in un laboratorio forense. I frammenti ossei sono ordinati in base alle dimensioni e alla forma e montati insieme quando possibile.,

Come esperti in osteologia, gli antropologi forensi si concentrano sui tratti scheletrici umani, come le caratteristiche del cranio, le caratteristiche dentali e le dimensioni e le forme ossee subcraniche, che variano da individuo a individuo e da popolazione a popolazione. Se confrontato con le cartelle cliniche e dentali, la presenza di anomalie ossee, piastre metalliche o perni o caratteristiche dentali specifiche può aiutare a rendere un’identificazione positiva., Oltre a rivelare l’età, il sesso, le dimensioni, la statura, la salute e la popolazione etnica del defunto, un esame dello scheletro può rivelare prove riguardanti la patologia e qualsiasi trauma antemortem (prima della morte), perimortem (al momento della morte) o postmortem (dopo la morte). Spesso il tempo trascorso dalla morte può essere determinato utilizzando l’entomologia forense, che studia la relazione tra insetti e decomposizione.

Lo scheletro umano adulto ha 206 ossa, anche se questo numero può variare tra gli individui; una persona può avere una vertebra o una costola extra., Generalmente, lo scheletro maschio adulto è più grande e più robusto nell’aspetto rispetto allo scheletro femminile adulto. Un esame del bacino può essere utilizzato per determinare il sesso di un individuo; un ingresso pelvico più piccolo e un’apertura subpelvica più stretta indicano un maschio adulto, mentre un ingresso pelvico più grande e un’apertura subpelvica più ampia indicano una femmina adulta. L’età generale di un individuo può essere determinata dalle dimensioni del cranio, dalle condizioni delle suture e dall’esame dei denti, nonché dalla lunghezza di particolari ossa (ad es.,, il femore e l’omero) e il grado di ossificazione (indurimento osseo) che ha avuto luogo tra l’albero di un osso lungo e le sue estremità tappi.

Nel caso di vittime con ferite da arma da fuoco alla testa, uno studio forense di fori di proiettile e fratture in un cranio può determinare la traiettoria dei proiettili attraverso il cranio. Una ferita di ingresso è generalmente più piccola e più rotonda, mentre la ferita di uscita di solito più grande è più irregolare e mostra smussatura esterna., Marcature su un guscio o proiettile sono fotografati attraverso un microscopio e confrontati con le informazioni in una banca dati nazionale per l’identificazione definitiva. Se non viene trovato un proiettile, i raggi X del cranio possono rivelare frammenti di proiettile.per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *