Che cosa è tutto questo parlare di sindrome da mangiare di notte?

Tempo di lettura: 7 minuti

Mai sentire costantemente fame di notte?

Preoccupato per tutti gli spuntini di mezzanotte che stai facendo?

Non riesci a smettere di mangiare a tarda notte?

Non sei solo.

Questi comportamenti assomigliano a ciò che chiamiamo “sindrome da mangiare notturno”, noto anche come disturbi alimentari notturni.

La sindrome alimentare notturna sta diventando sempre più comune nella comunità, e specialmente tra le persone con disturbi alimentari e/o obesità.,

Ma cos’è esattamente la sindrome da mangiare di notte?

La sindrome da consumo notturno è caratterizzata da iperfagia serale (cioè consumo di > 25% dell’assunzione totale giornaliera di cibo dopo cena), anoressia mattutina e insonnia con risvegli seguiti da ingestione notturna di cibo 1Vander Wal, JS (2012). Sindrome alimentare notturna: una revisione critica della letteratura. Psicologia clinica Review, 32(1), 49-59.

Nonostante quanto sia apparentemente comune questa condizione, è stata dedicata molta poca attenzione alla comprensione, alla spiegazione e al trattamento.,

Cambiamo questo.

In questo articolo, ho intenzione di toccare alcune delle cose che ti interessa sapere sulla sindrome da mangiare di notte.

Sommario

Caratteristiche cliniche e sintomi della sindrome da mangiare di notte

Prima di tuffarsi in alcuni fatti importanti e trattamenti per la sindrome da mangiare di notte, è sempre utile prima dare un’occhiata alle caratteristiche cliniche e sintomi di questa condizione.

Ecco le caratteristiche cliniche e i sintomi comuni della sindrome da consumo notturno 2Vander Wal, JS (2012)., Sindrome alimentare notturna: una revisione critica della letteratura. Psicologia clinica Review, 32(1), 49-59.

  • Il modello giornaliero di mangiare dimostra un consumo significativamente aumentato di sera e / o di notte, definito da oltre il 25% dell’assunzione di cibo consumata dopo cena.,padre a mangiare la mattina
  • La persona di solito salta la colazione la maggior parte dei giorni
  • C’è un forte desiderio di mangiare tra la cena e l’inizio di sonno e/o durante la notte
  • La persona, di solito, trova molto difficile addormentarsi o restare addormentato
  • C’è una forte convinzione che la persona deve mangiare per avviare o ricadere addormentato
  • Stato d’animo della persona soffre o peggiora la sera

Night Eating Sindrome non È Un Sonno-Correlati disturbi Alimentari

Quanto sembra, night eating sindrome non è un sonno-correlati disturbi alimentari.,

Lascia che ti spieghi perché.

In un disturbo alimentare correlato al sonno, la persona mangia senza consapevolezza-in altre parole, non sa che sta mangiando perché sta dormendo.

È quasi come se stessero sonnambulando.

Inoltre, un disturbo alimentare correlato al sonno può essere piuttosto pericoloso. Ci sono rapporti che le persone che mangiano mentre dormono possono trovarsi a mangiare sostanze non alimentari, come sigarette o anche cibo per animali domestici.,

D’altra parte, le persone con sindrome da consumo notturno sono molto consapevoli del loro comportamento perché sono sveglie e coscienti. Scelgono anche quando e cosa mangeranno 3Shoar, S., Naderan, M., Mahmoodzadeh, H., Shoar, N.,& Lotfi, D. (2019). Sindrome del consumo notturno: una malattia psichiatrica, un disturbo del sonno, un ritmo circadiano ritardato e/o una condizione metabolica?. Revisione degli esperti di endocrinologia& metabolismo, 14(5), 351-358.

Quattro fatti sulla sindrome del consumo notturno

1., Notte mangiare sindrome altamente co-si verifica con l’obesità

Proprio così, le persone che sono obesi sono molto più propensi a presentare con la sindrome di mangiare di notte rispetto agli individui di peso normale.

Infatti, si prevede che il 15% degli adulti morbosamente obesi mostri la sindrome da consumo notturno, mentre fino al 42% degli individui che cercano un intervento chirurgico per la perdita di peso sperimenta la sindrome da consumo notturno 4Adami, G. F., Meneghelli, A., & Scopinaro, N. (1999). Notte mangiare e binge eating disorder in pazienti obesi. International Journal of Eating Disorders, 25(3), 335-338.,

È abbastanza semplice sul perché c’è una forte relazione tra i due.

La sindrome del consumo notturno porta ad un aumento di peso a causa dell’eccesso (e talvolta enorme di) calorie consumate durante la notte.

Alcune persone possono anche consumare il doppio del loro fabbisogno calorico giornaliero in una sola seduta durante la notte!

Nel tempo, questo accumulo di calorie in eccesso si aggiunge rapidamente.

2. La sindrome del consumo notturno assomiglia molto al disturbo da binge-eating

Le due condizioni sono altamente correlate.,

I pensieri, i comportamenti e le emozioni sottostanti vissuti tra la sindrome del consumo notturno e il disturbo da binge-eating sono molto simili.

Alcuni esempi delle funzionalità comuni a night eating sindrome e binge-eating disorder sono:

  • la Preoccupazione intorno al cibo e mangiare
  • Mangiare una grande quantità di cibo in un breve periodo di tempo
  • Regolare esperienze di perdita di controllo mangiare
  • Debilitante vergogna associata con il consumo di episodi
  • Andando alla grande lunghezza per nascondere il loro mangiare

3., La sindrome da mangiare di notte è debilitante

Questo potrebbe non essere una sorpresa per molti, ma la sindrome da mangiare di notte può richiedere un pedaggio sul benessere di una persona.

Le persone con sindrome da consumo notturno sperimentano più depressione e ansia, minore autostima, minore qualità della vita e maggiore disagio psicologico rispetto alle persone senza sindrome da consumo notturno.

Sfortunatamente, se questi problemi di salute mentale siano una causa o una conseguenza della sindrome del consumo notturno deve ancora essere determinato.

Sospetto che ci sia una relazione bidirezionale.

4., La sindrome da mangiare di notte può essere trattata efficacemente

Sebbene gli approcci terapeutici per la sindrome da mangiare di notte siano stati molto meno studiati rispetto agli approcci terapeutici per altri disturbi alimentari, abbiamo un’idea decente su ciò che può essere efficace.

Alcuni farmaci antidepressivi, come la sertralina (Zoloft) e l’escitalopram (Lexapro), hanno dimostrato di essere altamente efficaci.

La terapia cognitivo-comportamentale (CBT) ha anche dimostrato di essere efficace per la sindrome da consumo notturno, anche se in misura minore rispetto agli antidepressivi..,

CBT è un trattamento che mira a normalizzare il comportamento alimentare e correggere eventuali pensieri difettosi, credenze o ipotesi che si hanno nei confronti del cibo e del mangiare.

5 Semplici strategie per smettere di mangiare di notte

Come fermiamo la sindrome da mangiare di notte?

È la domanda da un milione di dollari.

Rimaniamo bloccati in cinque efficaci strategie di auto-aiuto progettate per aiutarti a fermare gli spuntini di mezzanotte e le abbuffate notturne.

1., Monitora i tuoi schemi alimentari

L’auto-monitoraggio è un componente fondamentale della CBT che comporta la registrazione in-the-moment di pensieri, sentimenti e comportamenti rilevanti legati al mangiare.

Parte del motivo per cui potresti essere sempre affamato di notte o non riesci a smettere di mangiare nel bel mezzo della notte è perché non hai familiarità con i tuoi (probabilmente malsani) schemi alimentari quotidiani.

Al fine di modificare i comportamenti alimentari notturni, la prima cosa che devi fare è osservare, analizzare e diventare pienamente consapevoli dei tuoi modelli alimentari.,

Con questo intendo sapere cosa mangi, quando mangi, quanto mangi, cosa stavi pensando in quel momento, cosa senti in quel momento e il tuo livello di fame prima, durante e dopo l’episodio di mangiare.

Documentare tutte queste informazioni andrà un lungo cammino verso aiutare a identificare eventuali modelli e nel capire perché si sta costantemente mangiando di notte.

2. Niente più pasti saltati

La stragrande maggioranza dei mangiatori notturni non mangia molto durante il giorno.

Questo deve cambiare.,

Una grande parte del motivo per cui stai mangiando la maggior parte delle tue calorie durante la notte è probabilmente dovuta al fatto che stai morendo di fame la sera.

Il tuo corpo ha voglia di cibo.

È stato privato tutto il giorno.

Devi assicurarti di bilanciare il libro mastro – distribuire le calorie durante l’intera giornata.

Questo può sembrare ovvio, ma sarete sorpresi di sapere che mangiatori di notte in realtà non riconoscono questo.

Quindi, è necessario adottare un modello di mangiare regolare.

Questo significa mangiare 3-4 snack e 3 pasti al giorno, a non più di 3 ore di distanza.,

Il volume e il contenuto calorico tra i pasti e gli snack dovrebbero essere approssimativamente simili.

Quindi, ogni notte, annota gli orari esatti in cui mangerai i tuoi pasti e spuntini. Assicurati di attenersi a questi tempi, anche.

Considera questo piano alimentare regolare semplice e veloce:

  • 7am: Colazione
  • 10am: spuntino a metà mattina
  • 1pm: pranzo
  • 4pm: spuntino pomeridiano
  • 7pm: cena
  • 10pm: deserto

Potresti pensare a te stesso che non avrai fame al mattino.

Questo non ha importanza.,

Per smettere di mangiare nel cuore della notte, dovrai attenersi a questo normale programma alimentare in modo che il tuo corpo si riprenda a mangiare di nuovo in modo sano.

3. La camera da letto è off-limits

Non ti preoccupare – Non voglio dire che non si può dormire in camera da letto.

Piuttosto, se vuoi smettere di abbuffarti di notte, devi smettere completamente di mangiare in camera da letto.

In modo permanente.

È probabile che molti dei tuoi episodi di consumo notturno stiano accadendo da soli in camera da letto.,

Questo è un vero problema, perché ora la camera da letto è diventata uno stimolo condizionato.

In altre parole, ogni volta che vai nella tua camera da letto, i segnali di fame nel tuo cervello si “accendono” e ti sentirai costretto a mangiare.

È necessario applicare i principi di base del condizionamento classico.

Il principio di estinzione, infatti.

Estinzione significa che si impedisce completamente la risposta condizionata (mangiare) si verifichi ogni volta che si incontra lo stimolo condizione (camera da letto).

Quindi, con una ripetizione sufficiente di questo principio di estinzione (cioè,, non mangiando nella camera da letto), Lei non sentirà più affamato, costretto a mangiare, e ossessiona intorno a cibo ogni volta che Lei mette piede nella Sua camera da letto.

Di conseguenza, la qualità del sonno dovrebbe migliorare.

4. Implementa strategie di rilassamento

Non c’è dubbio che sperimenterai un’altra voglia di mangiare durante la notte.

Devi ricordare che gli impulsi vanno e vengono.

Come un’onda, in realtà.

Hai solo bisogno di impedire all’impulso di avere la meglio su di te o di agire su di esso.

Quale modo migliore per farlo è attraverso esercizi di rilassamento.,

Esercizi di rilassamento, come la meditazione di consapevolezza e il rilassamento muscolare progressivo, ti impediscono di agire immediatamente su un impulso.

Questo perché ti aiuta a fare un passo indietro, osservare i tuoi pensieri in modo non giudicante e rendersi conto che non è necessario cedere a un impulso che non serve a nessuna funzione utile.

Concentrando tutta la vostra attenzione verso il compito di rilassamento, vi renderete conto rapidamente che l’impulso diminuisce sostanzialmente di intensità.

E, nel tempo, l’impulso diventerà essenzialmente inesistente.

Un lontano ricordo.,

Sarai anche così rilassato che anche la qualità e la quantità del sonno miglioreranno.

Ci sono un sacco di applicazioni gratuite da scaricare che vi aiuterà con questi esercizi di rilassamento.

5. Essere attivi

Impegnarsi in un regolare esercizio fisico è anche necessario per affrontare la sindrome del consumo notturno.

Qualsiasi esercizio è buono – non deve essere la roba ad alta intensità.

L’esercizio fisico è benefico per la sindrome del consumo notturno a causa degli effetti positivi che ha sul sonno.,

Sappiamo che l’esercizio fisico regolare fa miracoli per i nostri modelli di sonno, tra cui arricchire la qualità e la quantità del nostro sonno.

E sappiamo anche che le persone con sindrome da consumo notturno sono notoriamente dormienti poveri.

In effetti, un motivo enorme per cui le persone mangiano così tanto di notte è perché non possono iniziare o sostenere alcun sonno.

Quindi, è necessario trovare metodi che aumentano la probabilità di un sonno migliore e una delle migliori tecniche basate sull’evidenza per raggiungere questo obiettivo è l’esercizio fisico regolare.,

Suggerirei di impegnarmi in almeno 30 minuti di esercizio al giorno e aumentarlo lentamente nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *