Chi era Nabucodonosor?

Domanda: “Chi era Nabucodonosor?”
Risposta: Nabucodonosor II, a volte alternativamente scritto Nabucodonosor, fu re di Babilonia da circa 605 AC fino a circa 562 AC. È considerato il più grande re dell’Impero babilonese ed è accreditato con la costruzione dei Giardini pensili di Babilonia. Nabucodonosor è menzionato per nome circa 90 volte nella Bibbia, sia nella letteratura storica che profetica delle Scritture ebraiche., Nabucodonosor riceve la massima attenzione nel libro di Daniele, che appare come il personaggio principale, accanto a Daniele, nei capitoli 1-4.
Nella storia biblica, Nabucodonosor è più famoso per la conquista di Giuda e la distruzione di Giuda e Gerusalemme nel 586 AC. Giuda era diventato uno stato tributo a Babilonia nel 605 AC, ma si ribellò nel 597 AC durante il regno di Ioiachin e poi di nuovo nel 588 AC durante il regno di Sedechia., Stanco delle ribellioni, e vedendo che Giuda non aveva imparato la lezione quando invase, conquistò e deportò Giuda nel 597, Nabucodonosor e il suo generale, Nebuzaradan, procedettero a distruggere completamente il tempio e la maggior parte di Gerusalemme, deportando la maggior parte dei residenti rimasti a Babilonia. In questo, Nabucodonosor servì come strumento di giudizio di Dio su Giuda per la sua idolatria, infedeltà e disobbedienza (Geremia 25:9).
La storia secolare registra Nabucodonosor come un re brutale, potente e ambizioso, e la Bibbia, per la maggior parte, è d’accordo., Tuttavia, il libro di Daniele fornisce ulteriori informazioni sul suo carattere. Daniele capitolo 2 narra che Dio diede a Nabucodonosor un sogno su quali regni sarebbero sorti dopo i suoi. Nel sogno, Nabucodonosor era una” testa d’oro ” su una statua, con le parti discendenti del corpo, composte da argento, bronzo, ferro e ferro mescolati con argilla, che rappresentano i regni meno potenti che sarebbero venuti dopo di lui., Nabucodonosor chiese agli astrologi e ai saggi di interpretare il suo sogno senza che lui glielo dicesse e, quando non furono in grado di farlo, Nabucodonosor ordinò che tutti gli astrologi e i saggi fossero uccisi. Daniele parlò e, per mezzo di un miracolo di Dio, interpretò il sogno di Nabucodonosor. Il re promosse quindi Daniele come uno dei suoi consiglieri più influenti. È interessante notare che, quando Daniele interpretò il suo sogno, Nabucodonosor dichiarò: “In verità, il tuo Dio è Dio degli dèi e Signore dei re, e un rivelatore di misteri, perché tu sei stato in grado di rivelare questo mistero” (Daniele 2:47).,
In Daniele 3, Nabucodonosor ha creato una statua d’oro di se stesso e ha richiesto a tutte le persone di inchinarsi ad esso ogni volta che la musica suonava. I tre amici di Daniele, Sadrac, Mesac e Abed-Nego, rifiutarono e il re li fece gettare in una fornace ardente., Miracolosamente, Dio li ha protetti, e quando sono usciti dalla fornace, Nabucodonosor proclamato, “Benedetto sia il Dio di Sadrac, Mesac, e Abed-Nego, che ha mandato il suo angelo e liberato i suoi servi, che hanno confidato in lui, e mettere da parte il comando del re, e ha dato i loro corpi, piuttosto che servire e adorare qualsiasi dio, tranne il proprio Dio., Perciò faccio un decreto: qualsiasi popolo, nazione o lingua che parli qualcosa contro il Dio di Sadrac, Mesac e Abed-Nego sarà strappato a pezzi e le loro case saranno distrutte, perché non c’è altro dio che possa salvare in questo modo” (Daniele 3:28-29).
In Daniele capitolo 4, Nabucodonosor è dato un altro sogno da Dio. Daniele interpretò il sogno di Nabucodonosor e lo informò che il sogno era un avvertimento per il re di umiliarsi e riconoscere che il suo potere, la sua ricchezza e la sua influenza provenivano da Dio, non da lui stesso creato., Nabucodonosor non diede ascolto all’avvertimento del sogno, così Dio lo giudicò come il sogno aveva dichiarato. Nabucodonosor fu fatto impazzire per sette anni. Quando la sanità mentale del re fu ripristinata, alla fine si umiliò davanti a Dio. In Daniele 4: 3, Nabucodonosor dichiara: “Quanto grandi sono i suoi segni, quanto potenti sono i suoi prodigi! Il suo regno è un regno eterno, e il suo dominio dura di generazione in generazione.,” Nabucodonosor ha continuato in Daniele 4:34-37, “Per il suo dominio è un dominio eterno e il suo regno dura di generazione in generazione; tutti gli abitanti della terra sono nulla, niente, e lo fa secondo la sua volontà, tra l’esercito del cielo e con gli abitanti della terra; e nessuno può fermare la sua mano o dirgli: ‘che Cosa hai fatto?’Now” Ora io, Nabucodonosor, lodo ed elogio e onoro il Re del cielo, poiché tutte le sue opere sono giuste e le sue vie sono giuste; e coloro che camminano con orgoglio egli è in grado di umiliare.,”
Le esclamazioni di Nabucodonosor riportate nel libro di Daniele hanno portato alcuni a considerare la possibilità che Nabucodonosor divenne un credente nell’unico vero Dio. La storia narra che Nabucodonosor era un seguace degli dei babilonesi Nabu e Marduk. È possibile che Nabucodonosor abbia rinunciato a questi falsi dèi e abbia invece adorato solo l’unico vero Dio? Sì, è possibile. Se non altro, Nabucodonosor divenne un enoteista, credendo in molti dei ma adorando un solo Dio come supremo., In base alle sue parole riportate in Daniele, sembra che Nabucodonosor si sia sottomesso all’unico vero Dio. Un’ulteriore prova è il fatto che Dio si riferisce a Nabucodonosor come” mio servo ” tre volte nel libro di Geremia (Geremia 25:9; 27:6; 43:10). Nabucodonosor fu salvato? In definitiva, questa non è una domanda a cui si può rispondere dogmaticamente. In ogni caso, la storia di Nabucodonosor è un esempio della sovranità di Dio su tutti gli uomini e della verità che “Il cuore del re è un ruscello d’acqua nelle mani del Signore; Egli lo trasforma dove vuole” (Proverbi 21:1).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *