Hakuro-nishiki maculato Salice

Il bel fogliame è meglio partì contro uno sfondo scuro. Per un display sorprendente, pianta accanto o davanti a piante di fogliame viola intenso come un sambuco’ pizzo nero ‘ o Smokebush viola. Il salice giapponese è una scelta eccellente per una pianta dell’esemplare in un grande spazio aperto o vicino ad una caratteristica dell’acqua, siepe, schermo, o frangivento. Prospereranno nelle aree basse che sono generalmente più umide. Dappled willow farà anche un ottimo lavoro di controllo dell’erosione su pendii e banche., Quando tosato frequentemente per mantenere le dimensioni, il cespuglio può essere ben utilizzato come un letto o pianta di confine, o come un impianto di fondazione. ‘Hakuro Nishiki’ andrà bene anche in un contenitore molto grande, così come altri arbusti di salice nano.

I salici a forma di albero molto grandi non sono stati raccomandati per l’abbellimento domestico a causa delle loro radici invasive e alla ricerca di acqua e del legno debole. I sistemi di radici, che sono eccellenti a cercare l’umidità, possono essere particolarmente dannosi per i sistemi settici., I sistemi di radici del salice maculato e degli arbusti nani, sebbene ben sviluppati a maturità, non sono paragonabili alle dimensioni di un salice a grandezza naturale. La forma dell’albero ‘Hakuro-nishiki ‘ è stata innestata sul tronco di un’altra varietà di salice, e quindi avrà un apparato radicale più grande e più esteso rispetto all’arbusto. Anche se ci sono poche informazioni disponibili per quanto riguarda le radici dannose dai tronchi utilizzati per l’innesto, queste forme di albero innestati sono stati sviluppati specificamente per l’uso in piccoli paesaggi domestici., È molto dubbio che un tronco sarebbe mai stato utilizzato da uno dei grandi alberi di salice che possono essere così dannosi per fosse settiche. Le radici di salice in generale crescono molto velocemente, proprio come la pianta di salice. Possono crescere diversi piedi all’anno e di solito si diffondono uguali alla loro altezza (un “Hakuro Nishiki” maturo può raggiungere circa 10 piedi). In generale, le radici di salice sono invasive e possono superare la larghezza dei rami dell’albero fino a 3 o 4 volte. Ma ancora una volta, che si riferisce al grande albero forma salice. Se si dispone di un sistema settico e sono interessati, perché lo stress?, Pianta il tuo albero innestato in un contenitore molto grande, o almeno a grande distanza dal serbatoio e dai tubi.

Tutti i salici, gli arbusti di salice maculato e gli alberi innestati inclusi, sono suscettibili a problemi di malattia che includono peronospora, fiele, funghi, marciume radicale, cancro, ruggine, crosta di salice, macchia fogliare e oidio. Può anche essere afflitto da insetti tra cui afidi, squame, trivellatori, insetti pizzo, coleotteri e bruchi. Se il tuo salice è stato colpito da insetti o malattie o lesioni invernali, rimuovere tutti i rami interessati., Si può gravemente potare fuori tutti i danni, lasciando molto poco pianta sana, se necessario. Il problema può essere superato con la completa rimozione dei rami afflitti. Diradare un terzo dei rami più vecchi a terra ogni anno o due può ridurre i problemi, poiché il legno più vecchio è più suscettibile a malattie e parassiti.

La famiglia del salice è suscettibile a una lunga lista di insetti e malattie ma non sono necessariamente particolarmente dannosi e tanto meno fatali per la pianta. Alcuni di questi possono essere specificamente comuni per il Salice screziato.,

  • Le malattie da antracnosi sono funghi che possono causare defogliazione (caduta delle foglie) a diversi tipi di alberi, incluso il salice. Il danno di solito si verifica dopo periodi freddi e umidi durante la rottura del germoglio. Un singolo attacco non sarà generalmente dannoso, ma le infezioni annuali ridurranno sicuramente la crescita e potrebbero contribuire alla scomparsa dell’albero.

  • La ruggine provoca piccole aree polverose marroni di funghi su foglie e steli.,

  • Gli afidi lasciano una linfa appiccicosa sulle foglie, che possono quindi essere afflitte da una muffa fuligginosa nera. Una grave infestazione lascerà la pianta vulnerabile ad altri parassiti e malattie. Gli afidi sono di solito piccoli insetti verdi grassi, lunghi circa 2 mm, ma possono anche essere neri, gialli, rosa o marroni.

  • I bruchi mangiano le foglie, lasciando rapidamente una pianta sgradevole.

  • I coleotteri fogliari spogliano il tessuto delle foglie, lasciando le vene delle foglie esposte., Ci sono vari coleotteri che attaccano salici (e pioppi). Sono piccoli,’ metallico ‘ blu, marrone o ottonato e circa 4-5mm di lunghezza.

  • Le larve di Sawflies mangiano le foglie, causando danni estesi. L’adulto è lungo fino a 10 mm con 2 paia di ali e corpi e gambe scuri. Possono sembrare formiche volanti.

Il salice maculato può essere propagato da talee di legno tenero o semi-duro., Per produrre nuove piante, basta piantare 8 ” talee di gambo senza foglie in terreno costantemente umido in un piccolo vaso o letto vivaio, essi generalmente radice facilmente. Quando le radici diventano visibili attraverso il foro di drenaggio nel vaso sono pronti a piantare nel terreno. I salici si radicano abbastanza rapidamente e le talee in vaso in ottobre dovrebbero essere pronte la primavera successiva. Anche i salici maculati coltivati trapianti abbastanza successo. Una grande pianta dovrebbe essere ridotta a circa 12” all’inizio della primavera o nel tardo autunno, quindi spostata in una nuova buca di impianto.,

Salix integra ‘Hakuro-nishiki’ Il salice maculato è resistente nelle zone 4-9. Tuttavia inverni particolarmente freddi nelle zone 4 possono causare la perdita di gran parte della sua variegatura la stagione successiva. La tosatura e la fertilizzazione aiuteranno a ritrovare il fogliame colorato. Poiché il salice maculato è resistente fino alla zona 4, non dovresti aver bisogno di fare qualcosa di speciale per svernare il tuo salice maculato., Seguire le pratiche standard per svernare arbusti e alberi in climi freddi: acqua regolarmente e accuratamente in autunno per consentire alla pianta di prendere quanta più acqua di cui ha bisogno, diminuirà naturalmente l’assunzione di acqua con l’avvicinarsi del tempo di congelamento. E NON concimare dopo circa metà agosto. La concimazione incoraggerà una nuova crescita, che potrebbe essere danneggiata dalle temperature di congelamento.

Quando potate il vostro salice screziato, prendete alcuni di quei bei rami all’interno per una nuova disposizione., Sono molto bella in un mazzo lì proprio, ma anche sono grandi come riempitivo e per aggiungere altezza in un vaso con altri fiori recisi e rami. Metti alcuni rami di salice screziati in un vaso con delphinium o lupini per una disposizione sorprendente.

Che dovrebbe coprire le domande più generali sul ‘Hakuro-nishiki’ . Alcune domande sono più specifiche per condizioni variabili che possono influenzare la crescita.

Il mio salice screziato sembra asciutto anche se innaffio, le foglie si stanno prosciugando.

Molto probabilmente è asciutto., I salici macchiati hanno bisogno di terreno costantemente umido senza essere bagnati. A seconda delle condizioni del suolo e del tempo, potrebbe essere necessario annaffiare settimanalmente. Non innaffiare leggermente e frequentemente. Dategli un buon ammollo, settimanale se il terreno non è umidità ritentivo o sabbioso, e se è caldo e secco. Ogni 4 o 5 giorni se le condizioni sono gravi, meno spesso se le condizioni sono meno gravi, ma cerca di non lasciare asciugare il terreno.

Posso innaffiare il mio salice screziato? Quali sono i sintomi?

I sintomi di sovra irrigazione generalmente iniziano con foglie ingiallite., Se le condizioni di bagnato persistono, le foglie inizieranno a cadere. Sfortunatamente, i sintomi di overwater, stress da siccità e funghi marciume radicale possono essere molto simili. Tutti in genere iniziano con foglie ingiallite, poi goccia foglia, e alla fine arto dieback. Colpire nel terreno e, se si sente umido, smettere di annaffiare fino a quando il terreno inizia ad asciugarsi abbastanza in profondità. Quindi innaffia generosamente, ma non annaffiare di nuovo fino a quando il terreno inizia ad asciugarsi. Se il tuo salice inizia a migliorare, l’irrigazione eccessiva era probabilmente il problema. Se non è migliorata, attendere fino a quando si può stare in piedi per il miglioramento., Spesso la cosa migliore per una pianta malata è fare il meno possibile. Se la condizione peggiora, il problema potrebbe essere una delle tante malattie che affliggono i salici. Prendete un paio di close up, immagini chiare, e un paio di rami appena tagliati ad un buon vivaio locale per vedere se possono diagnosticare il problema. Un’ultima possibilità, hai fertilizzato in primavera? I salici screziati fanno meglio con una dose generosa di fertilizzante per tutti gli usi in primavera. Le foglie ingiallite, di solito senza altri sintomi, possono essere una mancanza di fertilizzante.,

La potatura manterrà le radici sul mio ‘Hakuro-nishiki’ piccole?

Non sostanzialmente, so che la regola empirica standard è che la diffusione della radice sarà generalmente almeno grande quanto la diffusione dei rami, e per i grandi salici la diffusione della radice è molto maggiore, ma mantenere la crescita superiore piccola non influenzerà molto il sistema radicale. Mi aspetto che se si mantiene un arbusto di 10 piedi potati a un costante 2 piedi, la crescita della radice sarà un po ‘ ritardare solo perché la pianta non ha bisogno di tanta radice., Se sei preoccupato per le famigerate radici di salice che attingono a fosse settiche e linee d’acqua, vedi sopra.

Quando devo piantare un salice giapponese?

Il momento migliore per piantare è all’inizio della primavera o in autunno quando il tempo è relativamente fresco in modo che la pianta e il terreno non si asciughino troppo facilmente. Piantare qualsiasi cosa può causare un po ‘ di stress, quindi cerca di non aggiungerlo piantando in una giornata calda, secca o ventosa. La maggior parte degli arbusti e degli alberi può essere piantata in qualsiasi momento, anche in piena estate, con cura adeguata., Ma quelli che non tollerano le lunghe estati calde anche dopo aver stabilito lotteranno. Se è già estate, aspetta fino all’autunno o alla primavera per rendere più facile la pianta, E tu!

Posso trapiantare il mio salice maculato?

Sì, tollerano il trapianto abbastanza bene. Prendi nota di quando è meglio piantare nella domanda precedente. Se il tuo arbusto è già abbastanza grande, ridurre le dimensioni renderà più facile la gestione.

Il mio salice variegato sta tornando a tutto verde – il fogliame su alcuni rami è completamente verde., Posso fare qualcosa?

Molte delle piante con fogliame variegato possono iniziare a tornare, in particolare l’Acero di Norvegia variegato. Nel caso di un salice screziato, ci sono diversi pensa che si può fare per ridurre l’occorrenza. In primo luogo, la variegatura colorata è più importante sulla nuova crescita – la potatura frequente incoraggerà la nuova crescita. Successivamente, il miglior colore si ottiene in pieno sole. A meno che tu non viva in una zona calda con lunghe estati secche, pianta in pieno sole. E la concimazione incoraggerà anche un buon colore., Assicurati di concimare generosamente ogni primavera con un fertilizzante per uso generale. Se il terreno è estremamente povero si consiglia di concimare di nuovo 6-8 settimane più tardi. E infine, potare i rami che hanno tutto il fogliame verde. Gli arti tutti verdi crescono sempre più vigorosamente, e se permesso di continuare supereranno gli arti variegati.

I salici macchiati sono suscettibili alle malattie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *