La vita e i tempi di Ercole

La vita e i tempi di Ercole

Le storie sugli dei, chiamati miti, furono inventate migliaia di anni fa. C’era un vero Ercole, un uomo dietro le storie? Non lo sapremo mai. Eppure, la sua storia è di un uomo che era così forte e coraggioso, le cui azioni erano così potenti, e che così sopportato tutte le difficoltà che sono state date a lui, che quando morì, Ercole è stato portato sul Monte Olimpo per vivere con gli dei.

Ercole era sia l’eroe più famoso dei tempi antichi che il più amato., Sono state raccontate più storie su di lui di qualsiasi altro eroe. Ercole era adorato in molti templi in tutta la Grecia e Roma.



Berlin F 2278, Attic red figure kylix, c. 500 B. C.
Lato B: Ercole, portando il suo club e indossando la sua pelle di leone,
cammina con una processione di dei e dee all’Olimpo.,
Fotografia di Maria Daniels, cortesia dello stato
Museen zu Berlin, Preußischer Kulturbesitz: Antikensammlung
Zeus e Alcmene

Ci sono molte versioni differenti di Hercules storia di vita’, come ci sono i narratori. Le differenze tra la versione del film Disney e altre versioni includono la spiegazione di chi erano i genitori di Ercole e perché doveva eseguire i 12 Laboratori. Zeus, il padre di Ercole, era il più potente degli dei., Ciò significava che Zeus poteva fare qualsiasi cosa gli piacesse, ma significava anche che a volte Zeus non era un ottimo marito per sua moglie, Era, la regina degli dei.

Zeus si innamorò di una bella donna greca di nome Alcmene . Quando il marito di Alcmene, Anfitrione, era via, Zeus la rese incinta. Questo ha reso Hera così arrabbiata che ha cercato di impedire che il bambino nascesse. Quando Alcmene diede alla luce il bambino, lo chiamò Herakles. (I Romani pronunciarono il nome “Ercole”, e anche noi oggi.) Il nome Herakles significa “gloriosa dono di Hera” in greco, e che ha ottenuto Hera ancora più arrabbiato., Poi ha cercato di uccidere il bambino inviando serpenti nella sua culla. Ma il piccolo Ercole era un bambino forte, e strangolò i serpenti, uno in ogni mano, prima che potessero morderlo.



Louvre G 192, Attic red figure stamnos, c. 480-470 B. C.
Il bambino Ercole lotta con i serpenti che Hera ha inviato alla sua culla.
Fotografia di Maria Daniels, per gentile concessione del Musée du Louvre

Hera rimase arrabbiata. Come ha potuto pareggiare i conti?, Era sapeva che avrebbe perso in un combattimento, e che non era abbastanza potente da impedire a Zeus di avere la sua strada. Hera decise di ripagare Zeus per la sua infedeltà rendendo il resto della vita di Ercole il più miserabile possibile.

Euristeo e le 12 Fatiche

Quando Ercole crebbe e divenne un grande guerriero, sposò Megara. Avevano due figli. Ercole e Megara erano molto felici, ma la vita non si è rivelata per loro come nel film., Hera mandò un attacco di follia ad Ercole che lo mise in una tale rabbia, che uccise Megara e i bambini.

Quando Ercole riacquistò i sensi e vide la cosa orribile che aveva fatto, chiese al dio Apollo di liberarlo da questo inquinamento. Apollo comandò all’eroe di svolgere determinati compiti come punizione per i suoi torti, in modo che il male potesse essere purificato dal suo spirito.



Würzburg L 500, Attico figura rossa anfora panatenaica, c. 500 AC
Il dio Apollo.,
Fotografia di Maria Daniels, per gentile concessione del Martin von Wagner Museum, Würzburg

Apollo aveva molte responsabilità divine. Come Febo, era il dio del sole, e ogni giorno guidava il carro del sole attraverso il cielo. Era il dio della guarigione e della musica. Infine, Apollo era un dio della profezia: i greci credevano che Apollo sapesse cosa sarebbe successo in futuro e che potesse consigliare alle persone come comportarsi.

Ercole si affrettò al tempio dove Apollo diede tale consiglio. Era nella città di Delfi e fu chiamato l’oracolo di Delfi., Apollo disse che per purificarsi per la fuoriuscita del sangue della sua famiglia, doveva eseguire 10 eroiche fatiche (questo numero sarebbe presto aumentato a 12).



Delfi, vista guardando SE attraverso il Tempio di Apollo terrazza verso la valle sottostante.
Il santuario di Apollo a Delfi è stato costruito su una collina molto ripida.
Fotografia di Pamela Russell

Hercules ha avuto ancora più cattive notizie. Apollo dichiarò che doveva andare nella città di Tirinto. Il re di Tirinto era Euristeo ., Euristeo aveva la reputazione di essere cattivo, ed Ercole sapeva che il re gli avrebbe dato un momento difficile. L’eroe ha dovuto servire Euristeo per dodici anni mentre eseguiva le Fatiche. C’era una buona notizia, però. Quando i compiti furono completati, Apollo disse, Ercole sarebbe diventato immortale. A differenza di altri uomini, invece di morire e andare negli Inferi dell’Ade, sarebbe diventato un dio.



Veduta aerea del palazzo-fortezza di Tirinto.
Impressionante di spessore mura della fortezza della cittadella hanno resistito per oltre trenta secoli.,
Fotografia di Raymond V. Schoder, S. J., per gentile concessione di Bolchazy-Carducci Publishers

Si potrebbe desiderare di esplorare le 12 Fatiche di Ercole, a questo punto, o si può continuare a leggere sulla sua vita. La maggior parte delle immagini di Ercole mostrate in questo sito web sono state dipinte dai greci su vasi intorno a 2200 a 2500 anni fa. Si noti che Ercole indossa la pelle di un leone, il premio dal suo primo lavoro, e brandisce un enorme club.,

Ulteriori avventure di Ercole

Dopo aver completato le 12 Fatiche, Ercole non si limitò a sedersi e riposare sugli allori. Ha avuto molte altre avventure.Uno era quello di salvare la principessa di Troia da un mostro marino affamato. Un altro era aiutare Zeus a sconfiggere i Giganti in una grande battaglia per il controllo dell’Olimpo. Si potrebbe desiderare di leggere queste altre storie su Ercole ora, o continuare con la biografia dell’eroe, sotto.



Toledo 1952.66, Attico nero figura lekythos, c. 510 AC.,
Ercole si intrufola su un gigante addormentato, Alkyoneus
Fotografia di Maria Daniels, per gentile concessione del Museo d’Arte di Toledo
Ercole sulla Pira

Ercole si sposò una seconda volta, con la bella Deianira . Quando Ercole stava tornando dalla sua ultima avventura, Deianira gli diede un regalo di benvenuto a casa. Questo era un mantello che lei stessa aveva tessuto. Deianira aveva un balsamo magico che un centauro le aveva dato. Il centauro disse a Deianira che chiunque indossasse il balsamo l’avrebbe amata per sempre., Ma in realtà il balsamo conteneva un veleno caustico. Questo balsamo ora ha spalmato nel mantello.



London E 370, Attic red figure pelike, c. 440-430 B. C.
Hercules trades in his old lionskin for the new cloak Deianira has woven him.
Fotografia per gentile concessione dei Fiduciari del British Museum, Londra

Quando Ercole ricevette il mantello e lo provò, il suo corpo cominciò immediatamente a bruciare con dolore lancinante. Cercò di togliere il mantello, ma il dolore bruciava ancora più forte e più profondo., La morte, pensava Ercole, sarebbe stata meglio di un dolore insostenibile. Muggito in agonia, ha chiesto ai suoi amici di costruire un enorme mucchio di legno sulla cima del Monte Oeta. Questa sarebbe la pira funebre di Ercole. Si posò sulla pira e disse ai suoi amici di accenderla. Mentre il fuoco cominciava a bruciare Ercole vivo, i grandi dei guardavano dall’Olimpo. Zeus disse ad Era che Ercole aveva sofferto abbastanza. Hera accettò e pose fine alla sua rabbia. Zeus mandò Atena a prendere Ercole dalla pira, e portò Ercole sull’Olimpo sul suo carro.,



Monaco di Baviera 2360, Attic red figure pelike, C. 410 B. C.
Atena ed Ercole lasciano la pira funebre, diretti verso il Monte Olimpo.
Fotografia copyright Staatl. Antikensammlungen und Glyptothek, Monaco di Baviera

(wpm)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *