MassageTherapy.com (Italiano)

Se hai teso uno dei tendini del fibularis, il dolore alla caviglia ti farà sapere che qualcosa non va, ma probabilmente avrai difficoltà a identificare il fibularis come fonte del problema. Questo perché questa lesione tende ad essere oscurata da una causa di dolore molto più comune e più nota: una distorsione laterale della caviglia.

Infatti, il fibularis di solito non si ferisce in isolamento. In genere la caviglia è slogata pure., Ma quando un muscolo o un tendine del fibularis è coinvolto, semplicemente trattando i legamenti slogati non risolverà completamente il dolore.

Ci sono tre muscoli fibularis: il fibularis longus, brevis e tertius (Immagine 1). Il fibularis tertius è un muscolo molto piccolo e debole che di solito non è ferito. I due muscoli più forti iniziano nella parte inferiore della gamba laterale, appena inferiore al ginocchio, e viaggiano verso la caviglia., I loro tendini iniziano appena superiori alla caviglia e avvolgono la parte posteriore del malleolo laterale in un piccolo solco, dove sono tenuti in posizione da una struttura a banda chiamata retinaculum fibulare superiore (precedentemente retinaculum peroneale superiore). Questi due tendini sono avvolti in una guaina fino a quando non si separano, con il tendine lungo che attraversa il piede e si attacca al primo osso metatarsale e il brevis che si attacca al quinto osso metatarsale., La funzione principale delle unità muscolo-tendinee del fibularis è quella di stabilizzare la parte inferiore delle gambe mentre cammini in modo che le caviglie non oscillino e cedano lateralmente. Il longus (”quello lungo”) ti aiuta a muovere il piede in eversione quando il piede è flesso plantare, mentre il brevis (”quello corto”) ti permette di evert il piede quando è in posizione dorsiflessa. Naturalmente, ogni volta che ci si sposta in eversione, entrambi questi muscoli sono attivi, ma a seconda della posizione del piede, uno sarà più dominante.,

Immagine 1:

Il fibularis longus e brevis fungono da contrappeso al muscolo tibiale posteriore, di cui ho discusso in un precedente articolo (“Lesioni tibiali posteriori”, settembre / ottobre 2009, pagina 102). Insieme, sono indicati come i muscoli della staffa. Immaginate seduto su un cavallo e premendo su una sola staffa-si sarebbe instabile e più probabilità di cadere. Allo stesso modo, se i muscoli del perone e del tibiale posteriore non sono in equilibrio, è molto più probabile che cadano e si deformino la caviglia., Queste strutture sono poste sotto stress ogni volta che si cammina su terreni sconnessi, arrampicarsi sulle rocce, andare a sciare, o correre rapidamente da un lato all’altro, come si potrebbe in una partita di tennis o basket.

Le lesioni ai tendini del perone possono causare dolore all’aspetto laterale della parte inferiore della gamba appena sopra o sotto il malleolo laterale o all’esterno del piede sotto la caviglia (Immagine 2). Se la pancia muscolare è ferita, si avverte dolore tra il ginocchio laterale e la caviglia laterale. Il sito più comune di lesione è direttamente posteriore al malleolo laterale.,

Immagine 2:

Come e Perché Questi si Verificano Lesioni

Fibularis di muscoli e tendini lesioni possono verificarsi improvvisamente come una persona cammina su un terreno accidentato, passi in un buco mentre si cammina o in esecuzione, scivola in seconda base, o ottenere scattato in una partita di calcio, o in qualsiasi altro incidente in cui la caviglia si gira con il piede sotto il corpo. Più frequentemente, però, la lesione si sviluppa lentamente nel tempo a causa di un uso eccessivo o di un disallineamento cronico del piede., I nostri piedi sono strutture estremamente complesse-contenenti 26 ossa, 20 muscoli diversi e più di 50 legamenti—e hanno bisogno di sostenere l’intero peso del nostro corpo. Ci sono molte opportunità per le cose vanno male.

Ad esempio, se alcune delle ossa dei piedi sono fuori allineamento o se gli archi mediali sono congenitamente alti, i piedi possono naturalmente iniziare a pronare, causando la caduta degli archi. Quando questo accade alle persone, si sentono come se stessero camminando con le ginocchia rivolte verso l’interno, come se fossero dita di piccione., Essi tendono a compensare girando i piedi fuori 10, 20, o 30 gradi e camminare in questa posizione disallineata dove i piedi sono angolati e le ginocchia sono rivolte dritto. Che crea una coppia nelle ginocchia, caviglie e fianchi, causando lo stress a rimbalzare in tutto il corpo, tutta la strada fino al collo.,

In questa posizione, il peso che attraversa i piedi e le gambe si sposta medialmente in modo che più del peso del corpo ricada sul metatarso dell’alluce, sui legamenti mediali del ginocchio e sui muscoli della gamba mediale—in particolare sugli aspetti mediali del soleo e del gastrocnemio e sui muscoli tibiali posteriori. Molto meno peso è supportato dal fibularis longus e brevis. Di conseguenza, tutti questi muscoli e tendini diventano più vulnerabili alle lesioni. Mentre le strutture mediali si affaticano per un uso eccessivo, le strutture laterali iniziano a indebolirsi e atrofizzarsi., Quando un’unità muscolo-tendinea indebolita del fibularis viene improvvisamente chiamata a fare il suo lavoro, può facilmente strapparsi sotto lo sforzo.

Le lesioni del fibularis si verificano frequentemente in atleti, ballerini e corridori. Tipicamente il primo segno è un dolore nella parte inferiore della gamba laterale o appena dietro il malleolo laterale. Nel tempo, la persona avverte un dolore crescente e può iniziare a zoppicare se la lesione diventa grave. Come accennato in precedenza, il dolore nella regione della caviglia è spesso confuso con (e spesso coesiste con) una distorsione laterale della caviglia.,

Verifica delle lesioni

Quando uno dei tendini del perone è teso, spesso fa male solo camminare o alzarsi sulla palla del piede. Di solito il dolore più grande si sente quando si everting il piede contro la resistenza.

Prova 1. Resistito all’eversione In dorsiflessione (Test del Fibularis Brevis)

Seduto alla base del tavolo rivolto verso il piede del cliente, posiziona la mano mediale sotto il tallone per il supporto e la mano laterale sull’aspetto laterale del piede., Quindi, chiedi al cliente di spingere con forza verso l’esterno (lateralmente), mantenendo il piede in posizione dorsiflexed mentre spingi medialmente con forza uguale e opposta. Se il fibularis brevis è ferito, il cliente sentirà dolore alla caviglia laterale o nella parte inferiore della gamba laterale (Immagine 3).

Immagine 3:

Prova 2. Resistito eversione In flessione plantare (Test Fibularis Longus)

Eseguire la stessa azione come nel test precedente, ma con il piede in flessione plantare. Questa posizione sottolinea il fibularis longus più del brevis., Se la struttura è ferita, il cliente sentirà dolore al piede laterale o alla caviglia o nella parte inferiore della gamba (Immagine 4).

Immagine 4:

Test di palpazione

I tendini fibularis brevis e longus sono di facile accesso, in particolare se il cliente everts il piede. Palpare appena posteriore e superiore al malleolo laterale. Un tendine ferito sarà dolorante alla palpazione.

Scelte del trattamento

Auto-trattamento

Come con molte lesioni differenti del tessuto molle, è importante affinchè il cliente interrompa immediatamente l’attività faticosa., Se la lesione non è grave, gli esercizi di riabilitazione descritti di seguito possono essere sufficienti per aiutare la persona a recuperare completamente. Per i ceppi molto minori, resto da solo a volte fa il trucco. Se il dolore dura più di una settimana o giù di lì, si raccomanda il trattamento.

Terapia di attrito

La terapia di attrito è una forma di massaggio a fibre incrociate che crea un trauma lieve e controllato in un tessuto ferito. Facilita la guarigione in diversi modi:

•Abbattere il tessuto cicatriziale.

•Separazione delle aderenze legamento-osso.

•Aumento della circolazione.,

•Promuovere la formazione di tessuto correttamente allineato e mobile.

•Promuovere la formazione di collagene, nei casi di tendinosi.

Ho trovato la terapia di attrito per essere estremamente efficace nel trattamento di lesioni muscolari e tendinee fibularis.

Trattare i tendini.

Sedersi di fronte al piede del cliente, tenendolo in inversione e adduzione in modo da allungare i tendini laterali e palpare i tendini per trovare l’area o le aree lese. Questi di solito si trovano sopra o leggermente dietro la caviglia laterale., Posizionare due o tre dita sulle fibre ferite e posizionare il pollice sul lato mediale della parte inferiore della gamba per stabilizzare la mano (Immagine 5). Ora muovi il polso e il braccio, applicando una pressione di attrito contro il perone in una sola direzione.

Immagine 5:

Trattare i muscoli.

Con il cliente sdraiato supino, utilizzare la palpazione per identificare l’area dolorosa del muscolo e applicare l’attrito con un angolo di 90 gradi a quel tessuto muscolare. In generale, è più facile da brace sulla parte inferiore della gamba mediale con le dita ed eseguire l’attrito con il pollice., Utilizzare qualsiasi posizione è più comodo per voi; non c’è posizione giusta.

Terapia di massaggio

Dopo l’attrito delle aree lese, eseguire il massaggio trasversale e l’effleurage su tutta la gamba per massimizzare la circolazione.

Terapia di esercizio

Sollevamento esterno della caviglia

Questo esercizio richiede l’uso di oggetti di scena-pesi che si attaccano al piede in qualche modo o una piccola borsa della spesa in plastica contenente un peso da uno a cinque libbre. Viene eseguito da una posizione sdraiata su un divano o un letto., Chiedi al cliente di iniziare con le ginocchia piegate, la caviglia ferita in cima, quindi di estendere la gamba superiore dal bordo del divano o del letto (mentre indossa il peso o la borsa della spesa). Quindi, chiedi alla persona di sollevare l’esterno del piede verso il soffitto-10 volte con il piede in flessione plantare e poi altre 10 con il piede in dorsiflessione (Immagini 6 e 7). Costruisci lentamente fino a tre serie di 10 ripetizioni in entrambe le posizioni del piede.,

Immagine 6: Immagine 7:

Sollevamento della caviglia interna

Questo esercizio richiede gli stessi puntelli del sollevamento della caviglia esterna, ma viene eseguito da una posizione seduta. Per iniziare, chiedi al cliente di sedersi su una sedia e attraversare la gamba ferita sulla gamba buona, con l’apparato del peso o la borsa della spesa caricata sull’avampiede (la parte anteriore del piede, appena dietro le dita dei piedi). Ora istruisci il cliente a sollevare il piede verso il soffitto 5-10 volte, fare un breve riposo e ripetere (Immagini 8 e 9)., Non usare troppo peso per iniziare; iniziare con un peso più leggero e gradualmente costruire fino a utilizzare 5-10 libbre nel corso del trattamento. Il cliente dovrebbe iniziare a sentirsi stanco dopo 5-10 ripetizioni.

Questi esercizi non dovrebbero causare alcun dolore. Se uno di loro fa, significa che la persona sta usando troppo peso o non è ancora pronto per iniziare tale esercizio.,

Immagine 8 Immagine 9:

Attiva Isolato Stretching Tecnica

Professionisti che sono addestrati in Stiramento Isolato Attivo (AIS, descritto nei miei articoli nel Maggio/giugno 2010 e luglio/agosto 2010 i problemi, pagine 88 e 90, rispettivamente) si desidera eseguire un numero di AIS tecniche per la parte inferiore della gamba. Il seguente tratto si rivolge ai muscoli del perone ed è particolarmente utile.

Per allungare il perone, sollevare la gamba sul lato ferito fino a quando il tendine del ginocchio non viene insegnato e il ginocchio vuole piegarsi., Ora metti il polpaccio inferiore sulla spalla e chiedi al cliente di invertire il piede. Avvolgi le mani intorno al piede e chiedi alla persona di tirare le dita dei piedi verso il naso (dorsiflex il piede). Fatelo circa 10 volte, allungando per non più di due secondi ogni volta.

Plantari

In alcuni casi, un dispositivo ortotico può aiutare ad alleviare lo stress sui muscoli e sui tendini del piede, aiutando a prevenire danni futuri. Se pensi che l’allineamento del piede o problemi strutturali possano aver contribuito alla lesione del cliente, rivolgi la persona a un podologo.,

Conclusione

Il fibularis brevis e longus svolgono un ruolo importante nel sostenere il piede laterale, la gamba e la caviglia. Quando queste strutture si infortunano, il passo più importante è una valutazione accurata, che a volte può essere difficile; in particolare, è facile trascurare una lesione del tendine del perone quando è presente anche una distorsione laterale della caviglia (cosa che accade abbastanza frequentemente). Una volta individuate le fibre danneggiate, il trattamento per queste strutture facilmente accessibili è relativamente semplice., Quando il trattamento viene somministrato due volte a settimana, i tempi di guarigione standard sono 4-6 settimane per i ceppi minori e 8-12 settimane per i ceppi più gravi, con molti clienti che guariscono più rapidamente. Nel complesso, la prognosi a lungo termine per queste lesioni è molto buona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *