Nervo trigemino

Definizione

Il nervo trigemino è il più grande nervo cranico( CN V); trasmette informazioni sensoriali dal cuoio capelluto, viso, orbita oculare, seni paranasali e parte della lingua, e svolge anche un ruolo motorio per la masticazione e muscoli di espressione facciale. Con entrambi i componenti sensoriali e motori, il nervo trigemino è un nervo misto che si divide in tre divisioni: i rami oftalmici, mascellari e mandibolari.,

Nervo trigemino (bianco)

Funzione del nervo trigemino

Funzione del nervo trigemino è anche diviso in queste tre divisioni o rami come ognuno ha il proprio ruoli. Il ramo del nervo oftalmico, o CN V1, il ramo mascellare (CN V2) e il ramo del nervo mandibolare, difficilmente sorprendentemente chiamato CN V3, fanno tutte cose diverse.,

Il nervo trigemino origina da quattro nuclei o gruppi di cellule nervose del SNC che iniziano nel mesencefalo e terminano nel midollo allungato. Tre di questi nuclei sono sensoriali (i nuclei mesencefalici, sensoriali principali e spinali). Il quarto è noto come nucleo motorio e invia i nervi che aiutano con il movimento della mascella. Tutto ciò che senti sul viso, sulla parte anteriore del cuoio capelluto e sulle mucose della bocca, del naso e dei seni è dovuto ai diversi rami del nervo trigemino.,

L’immagine qui sotto mostra lo spesso ganglio del nervo trigemino all’estremità del tronco principale del nervo trigemino, proprio di fronte all’orecchio esterno. È dal ganglio trigeminale che iniziano i tre rami o divisioni. Sono raffigurati anche i rami (gialli) e le aree che servono questi rami: le zone oftalmiche (verdi), mascellari (rosa) e mandibolari (viola).,

Aree servite dal trigemino rami

CN V1 Funzione

ramo Oftalmico funzione sensoriale (afferenti) – afferenti, in questo caso significa che gli stimoli sensoriali vengono inviati verso il nervo trigemino. Il nervo del ramo oftalmico è il più piccolo dei tre rami ma svolge un ruolo sostanziale.,

Le caratteristiche sensoriali di CN V1 sono responsabili dell’input sensoriale dalla cornea, dall’iride, dal corpo ciliare, dalla ghiandola lacrimale e dalla congiuntiva. Questo ramo collega anche le aree delle mucose della cavità nasale e dei seni sfenoidali e frontali. Anche la pelle delle palpebre, delle sopracciglia, della fronte e del naso è collegata a CN V1. Infine, il ramo oftalmico del nervo trigemino serve le membrane che circondano il cervello e separano il cervelletto dal cervello.,

Il ramo oftalmico inizia dal ganglio trigeminale – proprio come tutti i rami del trigemino – e alla fine si divide in tre nervi più piccoli noti come nervo lacrimale, nervo frontale e nervo nasociliare. Conoscere i nomi di questi rami più piccoli non è necessario, ma poiché hanno funzioni specifiche vale la pena elencarli di conseguenza.

Il nervo lacrimale innerva la ghiandola lacrimale, la palpebra superiore e la congiuntiva., Il nervo frontale si divide ulteriormente in rami sopraorbitali e supratrochlear; il primo di questi innerva la palpebra superiore, la congiuntiva e il cuoio capelluto; quest’ultimo la palpebra superiore, la congiuntiva e la fronte. Il nervo nasociliare si divide in quattro divisioni: forniscono innervazione sensoriale delle mucose nei seni e nel naso. Infine, il lungo nervo nasociliare invia informazioni sensoriali al cervello dall’iride, dalla cornea e dai corpi ciliari che controllano la forma della lente dell’occhio (vedi immagine sotto)., Anche se alcune fonti dicono che il nervo oftalmico dilata le pupille e produce lacrime, sono altre fibre nervose che viaggiano accanto a CN V1 che svolgono queste funzioni.

anatomia dell’Occhio

CN V2 Funzione

Il ramo mascellare (CN V2) consente la sensazione della regione medio della faccia (cavità nasali, seni paranasali, e la mascella). Ha quattro divisioni e anche queste divisioni si dividono in modo che l’intera faccia, così come le membrane del cervello, siano ben innervate ed estremamente sensibili., Ad esempio, i nervi alveolari superiori assicurano che sentiamo il dolore scomodo del mal di denti quando i denti nella mascella superiore si infettano.

Superiore e della mandibola – diversi rami del trigemino

CN V3 Funzione

Il nervo mandibolare o CN V3 è un nervo misto composto da efferente motore e fibre afferenti sensoriali fibre che innervano la faccia inferiore, parte superiore del collo, della cavità orale, mucosa, e le gengive e i denti della mascella inferiore., Questo ramo si divide anche, ad esempio, nei nervi alveolari inferiori che innervano i denti della mascella inferiore e, a differenza del nervo alveolare superiore, ha anche fibre motorie.

La masticazione o la masticazione del cibo comporta l’uso dei potenti muscoli che avvolgono la mandibola e la mascella. Il danno a quest’area del nervo trigemino può dare una strana sensazione quando si mangia e cambiare completamente il modo in cui mastichiamo il cibo.

Un esempio di funzione del nervo trigemino nella mandibola è l’innervazione del muscolo pterigoide laterale da parte di uno dei rami motori del ramo mandibolare., È possibile testare questo nervo spostando la mascella inferiore in avanti per produrre un underbite, o aprire la bocca solo facendo cadere la mascella inferiore. Questo nervo motorio consente anche di spostare la mascella da un lato all’altro. Un altro esempio di funzione del nervo trigemino è il ramo sensoriale del nervo buccale del nervo mandibolare che ci permette di sentire una sensazione sulla guancia.,

Un underbite molto evidente

Nevralgia del trigemino

La nevralgia del trigemino è un dolore al nervo trigemino e può essere un disturbo debilitante. Altri nomi a volte usati per descrivere la nevralgia del trigemino sono tic douloureax o tic doloroso. Questo dolore va e viene, probabilmente in reazione a processi infiammatori all’interno del corpo, un basso apporto di sangue, danni ai nervi o pressione diretta al nervo., Molti reparti neurologici assegnano team specifici per la diagnosi e il trattamento dei pazienti con nevralgia del trigemino.

La nevralgia del trigemino si verifica più comunemente nelle donne di età superiore ai 50 anni. I sintomi iniziano improvvisamente e di solito sono di breve durata e su un lato del viso. Il dolore può essere attivato durante la masticazione, lavarsi i denti, parlare o anche quando il viso viene delicatamente toccato o esposto al freddo. I rami del trigemino più colpiti dalla nevralgia del trigemino sono CN V2 e CN V3.,

nevralgia del Trigemino è una condizione dolorosa

Altre patologie come l’Herpes zoster, emicrania, sclerosi multipla, sindrome di Tolosa-Hunt può anche presentare con dolore facciale sintomi. Il dolore del nervo trigemino viene quindi chiamato nevralgia del trigemino secondario. La nevralgia del trigemino idiopatica è una forma che si presenta con tutti i sintomi ma non ha una causa rilevabile.,

Ci sono un sacco di potenziali cause di dolore trigemino, ma il più facile da diagnosticare è la pressione dei vasi sanguigni direttamente sul nervo trigemino. I vasi sanguigni si trovano incredibilmente vicino ai nervi; se spingono o avvolgono un nervo possono formare ciò che è noto come un ciclo neurovascolare. Altre cause direttamente correlate ai nervi sono danni alla guaina mielinica delle fibre nervose e traumi (chirurgici); tuttavia, la maggior parte dei casi sono idiopatici – non sappiamo perché.,

Il trattamento conservativo potrebbe essere l’iniezione di anestetici locali o Botox e farmaci sotto forma di antidolorifici e anticonvulsivanti (carbamazepina) che fermano gli spasmi dei vasi sanguigni che possono causare una temporanea riduzione dell’afflusso di sangue al nervo.

Il trattamento chirurgico della nevralgia del trigemino è una procedura di decompressione complessa e non senza rischi. I chirurghi devono localizzare il sito di un ciclo neurovascolare o un’area di compressione e scartare o liberare accuratamente il nervo dai tessuti o dai vasi che forniscono pressione., Queste procedure possono richiedere molte ore per eseguire e non garantiscono risultati. Alcune forme di nevralgia del trigemino sono state trattate con successo con radiochirurgia stereotassica (gamma knife o CyberKnife) che viene solitamente utilizzata per trattare i tumori cerebrali. Sfortunatamente, tuttavia, questa forma di dolore facciale rimane difficile da trattare ed estremamente difficile da curare.

La gamma knife

Quiz

Bibliografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *