Perché i Maccabei non sono nella Bibbia

Il Primo e il Secondo libro dei Maccabei contengono i resoconti più dettagliati delle battaglie di Giuda Maccabeo e dei suoi fratelli per la liberazione della Giudea dalla dominazione straniera. Questi libri includono al loro interno i primi riferimenti alla storia di Hanukkah e alla ridedicazione del Tempio, oltre alla famosa storia della madre e dei suoi sette figli. Eppure, questi due libri mancano nella Bibbia ebraica.,

Per iniziare ad affrontare la questione di questa omissione, è importante comprendere la formazione del canone biblico ebraico. La parola “canone” deriva originariamente dal greco e significa “standard” o ” misura.”Quando ci si riferisce a un canone scritturale, la parola è usata per designare una raccolta di scritti che sono considerati autorevoli all’interno di uno specifico gruppo religioso. Per il popolo ebraico, il canone biblico è costituito dai libri trovati nel Tanach (Bibbia ebraica).,

Il processo di canonizzazione della Bibbia ebraica è spesso associato al Concilio di Jamnia (ebraico: Yavneh), intorno all’anno 90 E. V. Il rabbino Yochanan ben Zakkai riuscì a fuggire da Gerusalemme prima della sua distruzione e ricevette il permesso di ricostruire una base ebraica a Jamnia. Fu lì che il contenuto del canone della Bibbia ebraica potrebbe essere stato discusso e formalmente accettato. Tuttavia, questa è una proposta accademica che ha perso aderenti negli ultimi anni., Comunque sia, alcuni dei dibattiti che circondano queste discussioni–quando e dove possono aver avuto luogo-appaiono nella letteratura rabbinica, anche se non abbiamo alcuna traccia completa sopravvissuta di questi dibattiti. Pertanto, possiamo solo speculare sul perché alcuni materiali sono stati esclusi dal nostro canone e altri inclusi.,

Nonostante il fatto che vari scritti non canonici non entrassero nel canone ebraico, essi contengono comunque molto valore e sono degni di studio, anche se i rabbini non li consideravano divinamente ispirati o santi come la Bibbia. Molti di questi scritti appaiono in una categoria di documenti noti come gli apocrifi. Gli scritti apocrifi contengono libri che esistevano al tempo putativo di Jamnia, ma per qualsiasi motivo non erano inclusi nel canone biblico., È in questa categoria che troviamo i libri dei Maccabei.

Diverse teorie

Ci sono varie teorie per spiegare l’esclusione dei libri apocrifi. Una teoria è che solo i libri scritti originariamente in ebraico sono stati considerati per l’inclusione nel canone. Tuttavia, il Libro di Daniele, anche se incluso all’interno del canone, è in larga misura scritto in aramaico., Ancora più problematico è il fatto che gli studiosi ritengono che il primo Libro dei Maccabei è stato infatti scritto originariamente in ebraico, quindi soddisfare il criterio di lingua per l’inclusione – e tuttavia è assente dal canone biblico.

Un’altra teoria per spiegare l’omissione dei primi due Libri dei Maccabei si basa sulla datazione di questi documenti. Anche se spesso si presume che il canone biblico è stato formalizzato a Jamnia, ci sono alcune speculazioni che l’elenco accettato di libri era in esistenza molto tempo prima., In altre parole, forse il raduno dei rabbini a Jamnia ha ereditato un elenco di documenti già ufficiosamente riconosciuti come canonici e semplicemente formalizzato questa lista.

Se questo è vero, la data relativamente tarda della rivolta maccabea precluderebbe la sua inclusione in una lista precedente già accettata. Sarebbe un libro troppo “nuovo” per una seria considerazione, dal momento che non aveva una storia che lo legasse saldamente alla tradizione., Questa teoria, tuttavia, è gravemente indebolito attraverso un confronto con il Libro di Daniele, dal momento che Daniele è incluso all’interno del canone biblico, nonostante il fatto che la maggior parte degli studiosi data quest’ultimo libro al tempo della rivolta maccabea intorno al 165 a.E. V.–in altre parole, al tempo della storia relativa nei Libri dei Maccabei.

E ‘ stato anche suggerito che l’esclusione dei Libri dei Maccabei può essere fatta risalire alla rivalità politica che esisteva durante il tardo Periodo del Secondo Tempio tra i Sadducei e Farisei., I Sadducei, una classe sacerdotale responsabile del Tempio, respinsero apertamente le interpretazioni orali che i farisei, la classe proto-rabbinica, promuovevano apertamente. I Maccabei erano una famiglia sacerdotale, mentre i rabbini che potrebbero aver determinato la forma finale del canone biblico a Jamnia discendevano dai farisei. E ‘ possibile che l’esclusione dei Libri dei Maccabei è stata una delle ultime salve nella battaglia tra i Farisei e Sadducei? I rabbini di Jamnia sarebbero stati inclini a canonizzare un documento che lodava così chiaramente la famiglia sacerdotale asmonea?,

Rappresentazione dei Maccabei nella Sinagoga Or Torah di Acri, Israele. (PikiWiki Israel)

Pragmatismo e politica

Forse la risposta si trova più nel regno del pragmatismo e della politica. I Libri dei Maccabei descrivono la rivolta guidata dalla famiglia Maccabea contro il re siriano, Antioco Epifane. Un paio di secoli dopo, gli studiosi ebrei si ritrovarono a Jamnia con il Tempio distrutto e Gerusalemme persa., Le loro circostanze erano il risultato della loro rivolta fallita contro i Romani.

Forse non ritennero saggio promuovere un testo che annunciasse l’esito positivo di una rivolta ebraica. Potrebbe aver rappresentato una minaccia sia internamente che esternamente. I Romani certamente non guarderebbero bene alla divulgazione di un testo del genere, poiché potrebbe benissimo reintrodurre il concetto di rivolta a una popolazione che cerca disperatamente di sopravvivere all’esito devastante dei suoi tentativi falliti., Ironia della sorte, questa lotta molto interna / esterna si trova al centro della storia di Hanukkah, e forse è stata questa stessa lotta che si è ripetuta nella storia che ha impedito che i testi di base su Hanukkah fossero inclusi nel canone biblico.

Anche se i Libri dei Maccabei non sono stati inclusi nella Bibbia ebraica, sono ancora di valore. Eppure anche questo è difficile all’interno di un contesto ebraico tradizionale, a causa di un altro strato storico., Il Primo e il Secondo Maccabei furono inclusi nella Settanta, la traduzione greca della Bibbia ebraica originariamente preparata per la comunità ebraica di Alessandria. Tuttavia, la Settanta divenne la versione ufficiale della Bibbia per la nascente Chiesa cristiana. Quando ciò accadde, la sua natura autorevole fu respinta dalla comunità ebraica. Ironia della sorte, i Libri dei Maccabei sopravvissero perché divennero parte del canone cristiano, perché altrimenti sarebbero certamente andati perduti nel corso dei secoli., Ma una volta avvenuta questa canonizzazione cristiana, questi libri andarono perduti nel mondo ebraico per molti secoli.

Oggi c’è un rinnovato interesse per questi libri all’interno della comunità ebraica. Gli studenti di storia ebraica e letteratura ebraica riconoscono il valore di questi documenti che hanno preso tali dolori per registrare i dettagli, eventi e personalità di un periodo importante della storia ebraica. Anche se non considerati come parte del canone in qualsiasi comunità ebraica, i libri vengono nuovamente letti e studiati per aiutare ad arricchire la nostra comprensione e la nostra celebrazione di Hanukkah.,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *