Perinatale (Italiano)

Maggiori informazioni e meno congetture con il test quantitativo fFN

Il test quantitativo rapido FFN misura con precisione la concentrazione di fFN nelle secrezioni cervicovaginali, fornendo agli operatori sanitari un’indicazione del rischio di parto pretermine sulla base della misurazione fFN in ng/mL.

La fibronectina fetale (fFN) è una proteina “simile alla colla” che lega le membrane intorno al bambino all’utero., È rilevabile nelle secrezioni vaginali all’inizio della gravidanza, quando questo legame si forma per la prima volta e poi di nuovo alla fine della gravidanza.4 fFN è generalmente assente nelle secrezioni vaginali durante le settimane da 16 a 35 di gestazione, quindi se viene rilevato durante questo periodo, significa che la proteina sta “perdendo”. Questo può avvisare gli operatori sanitari che il paziente è a rischio di parto pretermine.,4

Il test quantitativo Rapid fFN consente agli operatori sanitari di dare tranquillità alle donne che sono a basso rischio di parto pretermine sapendo che è improbabile che partoriscano nei prossimi 7 o 14 giorni. Per le donne i cui risultati fFN indicano un alto rischio di parto pretermine, gli operatori sanitari possono intervenire precocemente per fornire un’assistenza ottimale al paziente.

Il test quantitativo Rapid fFN è approvato per la raccolta tra 22-36 settimane con pazienti sintomatici e 18-28 settimane con pazienti asintomatici ad alto rischio.,

I benefici sanitari del test fFN quantitativo

Il test FFN rapido quantitativo è uno dei numerosi strumenti disponibili per aiutare gli operatori sanitari a determinare la migliore linea d’azione per i pazienti con sintomi di parto pretermine. I vantaggi dei test fFN includono una maggiore efficienza, senza compromettere i risultati clinici. Questi benefici sono raggiunti attraverso:

  • Interventi tempestivi e appropriati, come steroidi prenatali e solfato di magnesio, e allo stesso modo evitare interventi o trasferimenti non necessari per quelli a basso rischio.,
  • Evitare ricoveri inutili. Uno studio ha dimostrato che la durata media del soggiorno per i pazienti con sintomi di parto pretermine è stata ridotta da 5,2 giorni a soli 0,6 giorni dopo l’adozione del test fFN.5

Trasferimento efficace di pazienti ad alto rischio di parto prematuro imminente in un ospedale con una terapia intensiva neonatale appropriata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *