Ruby Dee, acclamata attrice e attivista per i diritti civili, muore a 91

“Non ho mai chiesto di nuovo”, scrisse in seguito Dee. “E non sono mai andato a vedere nessuna commedia lì.”

Pubblicità

Una ragazza di Harlem che ha scritto poesie, ma guadato in alcuni combattimenti di strada, Dee rimbalzò rapidamente. Nel corso di più di sette decenni, è diventata uno degli interpreti più apprezzati del dramma americano, anche mentre lottava per ritagliarsi ruoli più profondi delle cameriere che rotolano gli occhi e delle figure madri longanime e indulgenti che erano lo standard del settore per le attrici nere.,

Dee, che con il suo defunto marito Ossie Davis emceed il Rev. Martin Luther King Jr.Marzo 1963 su Washington ed è stato celebrato per il suo attivismo per i diritti civili, nonché per le sue potenti performance, è morto Mercoledì nella sua casa di New Rochelle, New York, Aveva 91 anni.

La sua morte per cause legate all’età è stata confermata dal suo agente di Los Angeles, Michael Livingston.

Pubblicità

Dee iniziò a recitare nel 1940 con l’American Negro Theatre, una compagnia con sede nel seminterrato di una biblioteca pubblica di Harlem., In seguito ha raggiunto la statura nazionale con le versioni sceniche e cinematografiche di “A Raisin in the Sun”, il gioco rivoluzionario di Lorraine Hansberry su tre generazioni di una famiglia nera a Chicago alle prese con la comunità bianca e l’un l’altro.

La commedia — la prima scritta da una donna di colore a raggiungere Broadway — presentava Dee come Ruth Younger, una cameriera esausta e madre incinta che cercava di tenere insieme il suo clan litigioso., Nella sua recensione del 1959, Walter Kerr del New York Herald Tribune ha elogiato Dee per la sua interpretazione di una donna assediata “che trattiene l’asprezza che è sempre pronta sul bordo della lingua.”

“Con un leggero spostamento della sua voce, comanda a un bambino ribelle di baciarla; con un gesto discreto, lancia un asse da stiro da un divano in modo che un ragazzo universitario ozioso e leggermente fatuo possa rilassarsi in un caseggiato”, ha scritto Kerr. “Miss Dee è bella da guardare, se riesci a cogliere il suo fruscio di umore in umore mentre l’amarezza intorno a lei cresce.,”

Pubblicità

Dopo una vita in decine di film che include “La Storia di Jackie Robinson” (1950) e Spike Lee produzioni di “Fare la Cosa Giusta” (1989) e “Jungle Fever” (1991), ha ricevuto la sua prima nomination all’oscar nel 2008 per il suo lavoro in “American Gangster,” la storia di un high-rolling nero signore della droga a New York.

Nominata all’età di 83 anni nella categoria attrice non protagonista, Dee è stata sullo schermo per meno di 10 minuti., Anche così, ha trasmesso una potente impressione di indignazione a malapena controllata, culminando con uno schiaffo tagliente al volto del suo liscio, poliziotto-uccisione figlio Frank Lucas, interpretato da Denzel Washington.

“Non è lontano dalla mia natura colpire”, ha detto a USA Today nel 2008.

Pubblicità

Mentre Dee non ha ottenuto l’Oscar, ha ricevuto numerosi premi per il suo lavoro teatrale e televisivo.

Nel 1991 ha vinto un Emmy per la sua performance in “Decoration Day” come governante testy per un giudice in pensione Georgia interpretato da James Garner., Nel 2000 lei e Davis hanno ricevuto lo Screen Actors Guild Lifetime Achievement Award, un’occasione che hanno usato per tenere conferenze a Hollywood sulla responsabilità sociale.

” Perché anche noi creatori di immagini non possiamo diventare operatori di pace?”Dee ha chiesto di accettare il premio. “Perché non possiamo, in un momento come questo, usare tutta la magia dei nostri vantati poteri per sollevare la pistola dallo zaino dello scolaro?,”

Pubblicità

Dee, la cui voce è stata descritta come silken in contrasto con il ricco baritono del marito, è stata la prima donna afroamericana a interpretare ruoli importanti all’American Shakespeare Festival di Stratford, Conn. Nel 1965 fu Cordelia in ” Re Lear “e Katherina in ” La bisbetica domata”.”

Ma, come ha detto al Chicago Tribune nel 1995, essere un” primo ” era a volte una vittoria agrodolce per gli afroamericani.

“Uno dovrebbe sussurrarlo”, ha detto., “Non si dovrebbe essere orgogliosi che la somma totale del corpo della mentalità americana avrebbe permesso tale ingiustizia per così tanto tempo.”

Pubblicità

L’attivismo di Dee è iniziato quando ha parlato a una manifestazione per un insegnante di musica di New York che si è uccisa dopo che i tagli ai finanziamenti hanno eliminato il suo lavoro. Dee, il suo studente, era 11 al momento.

Nel 1953 protestò pubblicamente contro l’esecuzione di Ethel e Julius Rosenberg, la coppia di New York condannata per aver passato segreti atomici all’Unione Sovietica., Dee è stato bollato come un “compagno di viaggio” — un simpatizzante comunista-per sostenerli.

Sulla scia del 1963 Birmingham, Ala., attentato alla chiesa che uccise quattro giovani ragazze nere, lei e Davis organizzarono un boicottaggio dello shopping natalizio, esortando gli americani a sostenere invece i gruppi per i diritti civili. Nel 1965 hanno marciato per i diritti civili a Selma, Ala. In 1999 sono stati arrestati mentre protestavano per la sparatoria fatale di Amadou Diallo, immigrato africano disarmato, da parte di agenti di polizia di New York.,

Pubblicità

Descritti dal Washington Post come “la prima coppia” del movimento per i diritti civili, erano amichevoli con Martin Luther King Jr., Malcolm X e molti altri leader neri. La loro figlia Nora Davis Day una volta disse a un intervistatore di venire al piano di sotto nella casa di famiglia a New Rochelle per trovare il leader della Pantera Nera Huey P. Newton addormentato sul divano del soggiorno.

Nato ottobre., 27, 1922, a Cleveland, Ruby Ann Wallace è cresciuta a New York City, dove suo padre lavorava come cameriere sulla Pennsylvania Railroad e la sua matrigna ha preso in pensione per sbarcare il lunario.

Diplomato alla Hunter High School di Manhattan, Dee ha frequentato l’Hunter College e ha conseguito una laurea in lingue, concentrandosi su francese e spagnolo.

Pubblicità

Dopo un matrimonio precoce finito in divorzio nel 1945, ha incontrato Davis l’anno successivo. Stavano comparendo insieme in “Jeb”, una commedia di Broadway di breve durata su un eroe di guerra nero che tornava a casa., Davis, che ha svolto il ruolo di protagonista, la colpì come un bumpkin gawky in abiti mal-montaggio — “strictly country,” ha poi scherzato con un intervistatore.

Quando propose in un telegramma due anni dopo, la sua accettazione parlava molto di una relazione intrisa di umorismo.

“Bene, OK”, gli disse, ” ma non farmi nessun favore!”

Pubblicità

Nel 1946 e nel 1947, Davis e Dee recitarono nella popolare commedia “Anna Lucasta” e la portarono sulla strada. Alla sua apertura di Hollywood, Charlie Chaplin è stato così impressionato che ha promesso di renderlo un film., Lo ha fatto, ma ha sostituito il cast tutto nero del gioco con attori bianchi, tra cui Paulette Goddard, la stella che aveva segretamente sposato.

Nel corso dei decenni successivi Dee ha ottenuto molti ruoli cinematografici, guadagnando l’attenzione nazionale nel 1950 come moglie di sostegno di Jackie Robinson Rachel in “The Jackie Robinson Story.”Il famoso giocatore di baseball ha giocato se stesso.

L’anno seguente Dee interpretò uno schiavo in “The Tall Target”, un film basato su un fallito complotto del 1861 per assassinare Abraham Lincoln.

Pubblicità

Mentre la reputazione di Dee cresceva, i suoi ruoli continuavano a inibirla.,

“Correva attraverso la perfetta moglie-fidanzata al punto in cui era — come un giornale la chiamava — ‘il Negro June Allyson’”, ha scritto lo storico del cinema Donald Bogle in “Toms, Coons, Mulattoes, Mammies and Bucks: An Interpretive History of Blacks in American Films.”

“Sembrava sempre forzare un sorriso stando nervosamente in piedi e accettando qualunque cosa i suoi uomini potessero gettarsi”, scrisse. “Il suo pubblico desiderava vederla scatenarsi.,”

Pubblicità

Che ha fatto, non solo con “A Raisin in the Sun”, ma anche nella produzione di Broadway del 1970 di “Boesman and Lena” di Athol Fugard, una commedia sudafricana sulle lotte di una coppia senzatetto e di razza mista.

“Con Lena, sono improvvisamente, gloriosamente libero”, ha detto Dee al New York Times. “Non riesco a spiegare come questo piccolo personaggio fragile e lacerato mi abbia preso e scavato così profondamente dentro di me che la mia voce è cambiata e ho iniziato a muovermi in modo diverso.”

Il critico del New York Times Clive Barnes lodò Dee per ” la migliore performance che abbia mai visto.,”

Pubblicità

“Non hai alcun senso di qualcuno che ritrae un ruolo”, ha scritto. “Il suo modo, il suo intero essere hanno una qualità di integrità che si incontra raramente nel teatro.”

Nel corso degli anni Dee e Davis sono apparsi insieme in opere teatrali, produzioni televisive e una mezza dozzina di film, tra cui ” Gone Are the Days!, “un adattamento del 1963 della commedia di Davis” Purlie Victorious. Nel 1981 produssero “With Ossie and Ruby”, una serie di chiacchierate della PBS sull’esperienza afroamericana con scrittori e artisti negli Stati Uniti.,

Dee ha anche fatto apparizioni regolari in soap opera televisive tra cui “The Guiding Light” e “Peyton Place.

Pubblicità

Nel 1989, il regista Spike Lee presentò la coppia a una nuova generazione di fan in “Do the Right Thing”, una storia sulla vita di strada e le tensioni razziali in un quartiere di New York. Come Madre Sorella, Dee è una vedova pettegola. Come Sindaco, Davis vaga per le strade, bevendo birra e filosofando.,

Insieme “rappresentano la vecchia generazione, il cui atteggiamento cinico e ‘realistico’ nei confronti della vita in una società bianca potrebbe aver impedito loro di trovare vie d’uscita dalla loro povertà, ma potrebbe anche averli aiutati a mantenerli in vita”, ha scritto il critico Terrence Rafferty nel New Yorker.

Nel 1998 e 1999 Dee ha messo in scena un tour nazionale di “My One Good Nerve”, uno spettacolo di una donna che mette in evidenza le storie e le poesie che ha scritto e pubblicato in un libro con lo stesso nome.,

Pubblicità

Nel 2004 lei e Davis hanno ricevuto il Kennedy Center Honors per i loro contributi alle arti dello spettacolo.

Il febbraio. 4, 2005, Davis, che aveva una storia di problemi cardiaci, è stato trovato morto nella sua stanza d’albergo di Miami Beach. A 87, aveva lavorato su un film intitolato ” Retirement.

All’epoca Dee era in Nuova Zelanda per “No. 2”, un film su un’estesa famiglia figiana, con Dee come matriarca.

Pubblicità

Nel loro libro di memorie congiunto, hanno lasciato le istruzioni per la loro cremazione.,

” Chi va per primo aspetterà l’altro”, hanno scritto. “Quando siamo finalmente uniti, vogliamo che la famiglia dica addio e sigilli l’urna per sempre. Poi sul lato, in lettere non troppo audaci ma non troppo modeste, vogliamo la seguente iscrizione: ‘Ruby and Ossie — In This Thing Together.”

I sopravvissuti di Dee includono il figlio Guy Davis, le figlie Nora Davis Day e Hasna Davis Muhammad e sette nipoti.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *