Sindrome di adattamento generale (GAS) Stadi

Hans Selye, MD, PhD (1907 – 1982), il “Padre dello stress”, è stato un endocrinologo ungherese e il primo a dare una spiegazione scientifica per lo “stress”biologico. In realtà ha preso in prestito il termine “stress” dalla fisica per descrivere la risposta fisiologica di un organismo agli eventi stressanti percepiti nell’ambiente.

“Ogni stress lascia una cicatrice indelebile, e l’organismo paga per la sua sopravvivenza dopo una situazione stressante diventando un po’ più vecchio.,” – Hans Selye, MD, PhD

Ha eloquentemente spiegato il suo modello di stress, basato sulla fisiologia e psicobiologia, come la Sindrome di Adattamento Generale (GAS), affermando che un evento che minaccia di un organismo, benessere, stress, porta a tre stadi corporea risposta:

le Fasi di GAS

1: Allarme

alla percezione di un fattore di stress, il corpo reagisce con una “lotta-o-volo” di risposta e il sistema nervoso simpatico è stimolata, come il corpo, le risorse sono mobilitati per fronteggiare la minaccia o pericolo.,

2: Resistenza

Il corpo resiste e compensa mentre il sistema nervoso parasimpatico tenta di riportare molte funzioni fisiologiche a livelli normali mentre il corpo concentra le risorse contro il fattore di stress e rimane in allerta.

3: Esaurimento

Se il fattore di stress o i fattori di stress continuano oltre la capacità del corpo, le risorse si esauriscono e il corpo è suscettibile alle malattie e alla morte.,

Evoluzione della Definizione di Stress

Come posso inserire il mio 14 ° anno di pratica, mi sono convinto che la tradizionale definizione di stress, semplicemente orientata verso un evento fisico o mentale stato posto il corpo di rispondere proprio non è tagliato più. Viviamo in una società in cui ci sono influenze stressanti che ci arrivano da tutte le direzioni diverse. Questi fattori di stress sono molteplici e confusi. A peggiorare il problema, è il modo in cui vedo i pazienti che scelgono di rispondere alla loro percezione dello stress., L’aumento dell’uso di alcol, droghe, sigarette, zucchero e bevande energetiche in risposta all’affrontare i fattori di stress quotidiani sta creando una situazione ancora più stressante nel corpo. Se lo stress, percepito come buono o cattivo, o è passivo o attivo, la risposta del nostro corpo ha lo scopo di preservare la vita; è un meccanismo di sopravvivenza.

La risposta allo stress umano

La risposta allo stress umano coinvolge molti componenti, come descritto nel lavoro di Selye. In primo luogo, il cervello avvia la risposta più immediata che segnala le ghiandole surrenali per rilasciare epinefrina e noradrenalina., Quindi, l’ipotalamo e l’ipofisi attivano un’altra parte delle ghiandole surrenali, rilasciando cortisolo. Questo è seguito dal sistema nervoso che avvia risposte comportamentali come la vigilanza, la messa a fuoco, la riduzione dei recettori del dolore e l’inibizione dei comportamenti e dei desideri riproduttivi. Il sistema nervoso simpatico poi calci per aumentare la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e rilasciare carburante per aiutare a combattere o uscire dal pericolo come reindirizza il flusso di sangue al cuore, muscoli e cervello, lontano dal tratto gastrointestinale e processi digestivi., Per soddisfare queste esigenze c’è un grande aumento della produzione di energia e l’utilizzo di sostanze nutritive e fluidi nel corpo. Una volta passata la situazione stressante, il cervello segnala che le risposte sono “spente” e infine il recupero e il rilassamento consentono al corpo di ristabilire l’equilibrio in tutti i sistemi, sostituendo i nutrienti persi ed eliminando i prodotti di scarto accumulati durante il processo.

Lo stadio di risposta mancante

L’elemento chiave di questa risposta allo stress che manca nel nostro paradigma dello stress moderno è il RECUPERO., Mentre di solito ci sono tempi di recupero per eventi potenzialmente letali come essere inseguiti da un orso polare, ce ne sono pochi per gli eventi ricorrenti come il traffico sostenuto, problemi di relazione, pressioni finanziarie, stress da lavoro, auto-talk negativo e immagine, scarso condizionamento fisico, illuminazione artificiale, dieta malnutrita, sonno inadeguato, alimenti geneticamente modificati, accumulo di tossine ambientali e così via.

In effetti, questi tipi di fattori di stress ogni giorno possono stringersi insieme rendendo la risposta allo stress “attivata” per tutto il tempo., Nel 2007, l’American Psychological Association (APA) ha commissionato il suo sondaggio annuale a livello nazionale per esaminare lo stato di stress in tutto il paese. I risultati chiave sono stati notati come” Ritratto di una pentola a pressione nazionale “con quasi l’ 80% delle persone intervistate che riportano esperienze di sintomi fisici dovuti allo stress. Credo che lo stress moderno giorno è il colpevole up stream di molte delle lamentele principali down stream che vedo ogni giorno nella mia pratica.

Come praticanti, credo che dobbiamo avere un sano rispetto per il grande lavoro di persone come il Dott., Selye e la sua sindrome di adattamento generale (GAS) e trattare ciò che conosciamo come influenzatori clinici nel nostro giorno moderno. Forse ” GAS ” potrebbe anche rappresentare linee guida contro lo stress e potrebbe aiutare i nostri pazienti a mantenere livelli e risposte di stress sani incoraggiando ed educando ogni paziente a identificare e ridurre i fattori di stress inesorabili. Inoltre, possiamo aiutare ri-pieghettando le deplezioni nutrienti indotte dallo stress tra cui vitamina C, acido pantotenico, calcio e magnesio, oltre a sostenere percorsi di disintossicazione sani e la funzione surrenale.,† Opzioni di adattogeno a base di erbe come Rhodiola rosea e basilico santo. sostenere ulteriormente la risposta allo stress.†

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *