Sindrome di temperatura di Wilson

Da non confondere con la malattia di Wilson, una condizione riconosciuta dal punto di vista medico causata da un difetto nel metabolismo del rame.

La sindrome di Wilson (temperatura), chiamata anche sindrome tiroidea di Wilson o WTS, è un risultato di bassa temperatura corporea e alterata conversione della tiroxina (T4) in triiodotironina (T3), nonostante i test di funzionalità tiroidea “normali”. E. Denis Wilson, un medico che ha chiamato la sindrome dopo se stesso, sostiene il trattamento di questi sintomi con triiodotironina a rilascio prolungato.,

Wilson di temperatura sindrome

Pseudomedical diagnosi

Rischi

Nocebo

Alcune istituzioni mediche (cioè la Mayo Clinic) rivendicare la Sindrome di Wilson non una vera e propria condizione medica, e non vi è alcuna prova scientifica a sostegno di Wilson sostiene. Anche l’American Thyroid Association (ATA) descrive la sindrome di Wilson come in contrasto con la conoscenza consolidata della funzione tiroidea. Hanno descritto i criteri diagnostici per la sindrome di Wilson come “imprecisi”e” non specifici”., I membri della Florida State Medical Board sono raddoppiati quando hanno descritto la sindrome di Wilson come una “sindrome fasulla” durante un’indagine sulla condizione.

Il termine “sindrome di Wilson” è stato coniato nel 1990 dal Dr. E. Denis Wilson, un medico che pratica a Longwood, in Florida. Le manifestazioni della sindrome includevano affaticamento, mal di testa, sindrome premestruale, perdita di capelli, irritabilità, ritenzione di liquidi, depressione, diminuzione della memoria, basso desiderio sessuale, unghie malsane, facile aumento di peso., Wilson etichetta questo come uno dei ” il più comune di tutti i disturbi cronici e probabilmente prende un pedaggio maggiore sulla società rispetto a qualsiasi altra condizione medica.”

Sintomi tiroidei bassi e basse temperature corporee in presenza di test di funzionalità tiroidea” normali ” sono comuni. Per distinguere questa condizione dall’ipotiroidismo convenzionale, la chiamò sindrome di Wilson (temperatura). Il segno diagnostico principale è una temperatura corporea che in media ben al di sotto di 98,6 °F (37,0 °C) (orale). La diagnosi è confermata se il paziente risponde al trattamento con T3 a rilascio lento (SR-T3).,

La medicina non tradizionale sa da tempo che alcune erbe come il Ginkgo Baloba possono anche aiutare a sostenere le normali temperature corporee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *