Tendenze Look mediterraneo: la freschezza del mare in casa

Il look mediterraneo è uno stile nel settore della decorazione e dell’interior design, ma è anche un modo di intendere la vita.

Mediterraneo è sinonimo di brezze marine, sole e sorrisi. E ‘ anche atteggiamento positivo, tradizioni senza tempo, e all’aria aperta.

Quando queste sensazioni e sentimenti si riflettono in una casa si chiama ispirazione mediterranea., Mobili in legno, tessuti leggeri, colori neutri, ceramiche e molta luce sono alcune delle sue caratteristiche principali. A Venis ti offriamo una terrazza con questo design e ti raccontiamo ogni dettaglio in modo da poter creare la tua stanza nel più puro stile mediterraneo.

1. Luce naturale: Questa è la caratteristica più importante. Lascia che la luce del sole invada la tua casa il più possibile e diffonda la sua energia positiva. Per combattere le ore più soffocanti, posiziona tende di colore chiaro e tessuti vaporosi., Nel caso di uno spazio esterno, è possibile costruire un tetto con travi in legno o reticolati per ottenere un gioco di luci e ombre.

2. Ceramica: Sia per il pavimento che per la parete che per gli oggetti decorativi, la ceramica non può mancare nella tua stanza mediterranea. Per i pavimenti e rivestimenti, scegliere colori chiari e una finitura in pietra come questo vi porterà più vicino alla natura. Per la nostra particolare terrazza, abbiamo scelto Verbier Sand. Una collezione che rispetta gli effetti del tempo (erosione e resti fossili) e dell’invecchiamento naturale per fornire un realismo assoluto.,

Altre opzioni potrebbero essere la serie Persa che si distingue per la sua lucentezza irregolare o Dayton, ispirata alla pietra Piaccentina.

3. Colori neutri: Come con la ceramica, mobili e accessori decorativi dovrebbero avere colori chiari e discreti per la pace e l’armonia a regnare. Lo spazio deve trasmettere un senso di calma e tranquillità così beige, bianco e nudo saranno i tuoi alleati.

All’interno dello stile mediterraneo, il blu è sempre stato il colore protagonista per portare vivacità. Tuttavia, le tonalità di terracotta e rossastre stanno sfondando più forte., Infatti, li abbiamo utilizzati per alcuni degli elementi come la coperta o cuscini. Non abusare di questi colori, usarli solo per rompere l’uniformità.

4. Texture: Il look mediterraneo offre la possibilità di combinare una varietà di texture. In effetti, è più comune mescolare diverse fibre e materiali naturali. Ad esempio, abbiamo combinato il divano in bambù con il tavolo in legno stile balinese e il tavolino in vimini intrecciato. Questo è completato dal tappeto in fibra naturale, i cuscini stampati (noti come Ikat) e vari tessuti., Inoltre, il legno intagliato richiede anche risalto con il pannello a parete e il divisorio o lo schermo.

Altri materiali che potresti usare sono rattan, argilla o pietra naturale.

5. Mobili: Tutti i mobili devono avere linee leggere e semplici. Tenere lontano da eccentricità e forme irregolari e appuntite. Tavoli arrotondati, poltrone o divani conserveranno quella sensazione di relax e pace. Se si dispone di una terrazza, sfruttare al meglio la superficie con sedie sospese o sedie a dondolo. Abbiamo messo due altalene di bambù con cuscini bianchi.

6., Elementi decorativi: gli accessori dipenderanno molto dallo spazio generale che hai progettato. Tuttavia, ci sono alcuni oggetti che contribuiranno notevolmente allo stile mediterraneo: un set di candele di diverse dimensioni, portacandele in vimini imitazione, coperte di lino o cotone, cesti, vasi di erba esparto, sedili pouf, coralli o stelle marine, tra gli altri. Per il muro è chiaro: scegli un pannello di legno intagliato.

7. Piante: In più di un’occasione abbiamo parlato dei vantaggi di avere piante in casa, quindi ora non le dimenticheremo., Sì, nelle piante in stile mediterraneo si adattano perfettamente, ma devi sapere che non qualsiasi tipo lo farà. Tipiche sono le specie aromatiche come rosmarino, timo o lavanda e fiori come gelsomino o garofani. Per quanto riguarda gli alberi, i più comuni sono viti, mandorli e ulivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *