Top 10 Modi per fallire con contatti multifocali

Con 74 milioni di baby boomer nati tra gli anni 1946 e 1964, non sorprende che una grande quantità di questi pazienti sono ora alla ricerca di soluzioni presbiti.1

In un mondo ideale, i nostri pazienti amerebbero per noi solo sventolare una bacchetta magica e ripristinare la capacità accomodativa delle loro lenti cristalline. Ma invece, ricorriamo a scorrere l’elenco delle loro opzioni, ognuna con pro e contro, e lasciando loro scegliere ciò che sembra il migliore. Il problema è che nessuna delle opzioni è semplicemente perfetta., A volte sembra più facile fermarsi dopo aver spiegato progressive aggiungere lenti, e portarli al ottico già.

Ma ora più che mai, la tecnologia è avanzata al punto in cui esistono opzioni praticabili. E con il numero di lenti multifocali si adatta aumentando di oltre il 136% dal 2005, il tempo per adattare la vostra pratica a questo crescente demografico è ora.2,3

Quindi, come puoi incorporare il compito a volte impegnativo e dispendioso in termini di tempo di montare i tuoi presbiti in lenti a contatto multifocali (MFCLs)?

Sfortunatamente, ci sono molti modi per sbagliare., Ecco alcuni degli errori più comunemente commessi—in nessun ordine particolare) – e modi per aggirarli:

1. Non dire ai tuoi presbiti emergenti delle lenti multifocali.
Un modo sicuro per garantire che non si adatta qualsiasi lenti multifocali è quello di non parlare mai di loro! E, non c’è dubbio che, quando hai finito con un esame e hai spiegato le opzioni al paziente (per la decima volta quel giorno!), si può essere tentati di lasciare fuori l’intera discussione.

Capisco: sembra che ci siano così tante cose su cui educare i nostri pazienti., Hai mai finito con l’esame, lasciato il paziente in ottica, e poi il tuo ottico torna dicendo: “Abbiamo finito con la selezione degli occhiali, ma lui/lei vorrebbe davvero un montaggio di lenti a contatto, troppo”? Come si può porre rimedio a questa situazione? Fortunatamente, ci sono diversi modi per piantare l’idea nella testa del paziente molto prima che tu stia correndo lungo la lista delle opzioni:

  • Utilizza la tua sala d’attesa. La sala d’attesa è un luogo perfetto per iniettare sottilmente l’idea di MFCLS nella psiche del paziente. Soprattutto se si dispone di una zona sub-attesa., Nella mia pratica, lasciamo la sala d’attesa generale per lo più priva di materiale di marketing, e invece posizioniamo quei materiali nell’area di sub-attesa. In genere, i pazienti sono più interessati a compilare documenti o socializzare con altri pazienti quando arrivano per la prima volta.
    Ma una volta che hanno iniziato il loro esame, trascorso un po ‘ di tempo con il nostro staff, e si stanno dilatando, sono (si spera) nella modalità di ottenere il loro esame oculistico. A questo punto, poster, opuscoli o persino insegne su misura posizionati con cura che indirizzano i pazienti a chiederti delle MFCLS funzionano bene.
  • Utilizzare il personale di supporto., Pensaci–i tuoi pazienti passano più tempo con te o più tempo con il tuo staff? Ci sono molti modi in cui i membri del personale possono far sapere ai pazienti che le MFCLS possono essere un’opzione per loro. Un esempio: mentre il tecnico entra l’età del paziente o denuncia principale di “visione offuscata a vicino,” lui o lei può semplicemente dire,” Avete sentito che ci sono lenti a contatto per che al giorno d’oggi? Assicurati di chiedere al dottor Denton se sei un candidato.”

2. Non affrontare problemi di comfort!,
Si stima che 20 a 30 milioni di americani hanno segni in fase iniziale o sintomi di secchezza oculare, con la malattia è più comune negli individui più anziani (45 anni e più).4 Inoltre, le lenti a contatto hanno dimostrato di aumentare la secchezza. Le lenti in silicone idrogel, preferite a causa dei benefici per la salute che forniscono, sono anche un materiale intrinsecamente idrofobo. E, nonostante gli sforzi dei produttori di lenti per creare una superficie idrofila, le lenti tendono a tornare ad essere idrofobiche dopo poche ore di usura.,

La stereoacuità migliorata è una delle ragioni per la maggiore popolarità delle lenti a contatto multifocali, come visto in questo paziente con una lente asferica multifocale permeabile ai gas ben adattata. Foto: Edward S. Bennett, O. D.

Se non abbiamo una discussione con questi pazienti riguardo al comfort, rischiamo di perderli dopo che tornano a casa e le lenti perdono la bagnabilità, cambiando così l’interazione del coperchio con la lente, la rigidità o il modulo della lente e il comfort., È meglio assicurarsi che il paziente sappia che il comfort potrebbe diventare un problema—e se lo fa diventare un problema, cosa possono fare per rendere tollerabile l’usura delle lenti.

La prima variabile da considerare nel mantenere una lente confortevole è la soluzione di lenti a contatto. Fortunatamente, ci sono diverse buone opzioni per migliorare il comfort del paziente. In particolare, le soluzioni di perossido di idrogeno hanno prodotto risultati favorevoli per i pazienti con disagio da indossare. Questa soluzione sembra funzionare ancora meglio se il paziente è sensibile ai conservanti della soluzione.,

Le soluzioni appena rilasciate che contengono tensioattivi e aumentano la bagnabilità delle lenti possono anche essere la chiave per mantenere i pazienti comodi nelle loro lenti a lungo termine.

È anche importante educare i pazienti MFCL sulle lacrime artificiali appropriate. In realtà, ci sono alcune lacrime artificiali che vorranno evitare, perché certe lacrime possono effettivamente influenzare il modulo della lente e alterare la visione. In generale, mi piace prescrivere lacrime che contengono un agente bagnante naturale (come l’acido ialuronico) o sono prive di conservanti.

3., Consentire al paziente di aspettarsi risultati “perfetti”.
Non c’è modo migliore per fallire nel montaggio MFCL che lasciare che i pazienti pensino che le loro lenti faranno ciò a cui era abituato il loro cristallino.

Inoltre, se non si prende il tempo per scoprire che cosa i pazienti trascorrono il loro tempo a fare, è molto probabile perdere il segno nel montaggio loro lenti. Forse il singolo passo più importante nella selezione dei pazienti giusti per una vestibilità multifocale, e garantire che avranno successo, è far loro sapere cosa ci si può aspettare da queste lenti.,

Ho imparato da alcuni ottimi mentori che questa frase funziona bene: “Il mio obiettivo è quello di ottenere attraverso la maggior parte dei compiti, la maggior parte del tempo. Se stai cercando di stabilirsi in con un buon libro e leggere per sei ore o guidare un lungo cammino di notte, le lenti progressive add sarà una scommessa migliore. Ma se vuoi essere in grado di fare la maggior parte delle cose—siediti a cena e non devi tirare fuori gli occhiali da lettura, per esempio—allora molto probabilmente posso renderti felice.”
In altre parole, assicurarsi che la barra è così bassa che devono inciampare su di esso!
4., Test monoculare acuties, e consentire al paziente di confrontare acuities monoculare.
Almeno una volta alla settimana, incontro un paziente che giura di amare le sue lenti, tranne che un occhio è migliore dell’altro a distanza ravvicinata, o entrambi! Mi ricorda la vecchia battuta: “Doc, fa male quando lo faccio!”L’inevitabile battuta finale:” Bene allora, smettila di farlo!”

Quando si montano MFCLs, testare le acuità monoculari e assicurarsi che nessuno degli occhi sia in ritardo. Ma, soprattutto, sottolinea al paziente che la nuova regola è: usa entrambi gli occhi in ogni momento!, Un occhio può essere distorto verso la distanza e l’altro verso vicino, ma si esibiranno sempre meglio insieme.

5. Non usare esempi del mondo reale nella tua stanza d’esame.
Ricordate, si vive in un mondo in bianco e nero nella vostra stanza esame. Quando il paziente se ne va, non vive in un mondo in bianco e nero. Le esigenze di colore e contrasto sono estremamente variabili da paziente a paziente e aiutano a scoprire quali sono le loro esigenze specifiche.

Utilizzare ausili visivi e immagini per aiutare a spiegare meglio le lenti a contatto multifocali ai potenziali pazienti., Immagine: Eyeimaginations.

Credo che non ci sia alcun sostituto per il buon ‘ole “college try”—in altre parole, almeno una settimana di indossare le lenti nel loro mondo per vedere se stanno eseguendo bene. Spesso, prefazione un paziente settimana di prova delle loro lenti dicendo, ” OK, questi stanno funzionando bene nella mia sala d’esame, ma vediamo come si comportano nel vostro mondo. Prestare attenzione a come stanno lavorando e ci sarà affrontare eventuali problemi quando si torna.”

Inoltre, tenere riviste, rubriche telefoniche, giornali o altri materiali di lettura nella stanza per alcune prove del mondo reale., Forse si potrebbe anche installare un cartello stradale alla fine di un lungo corridoio nel vostro ufficio? (Sto scherzando!)

6. Non conoscere diverse opzioni multifocali.
Tutti noi abbiamo il nostro go-to lens, ma cosa succede quando semplicemente non funziona? Se non conosci le alternative, potresti inavvertitamente causare un abbandono.

Le lenti multifocali morbide sono progettate utilizzando il concetto di visione simultanea. Ciò significa che il paziente sta visualizzando la distanza e vicino alle immagini allo stesso tempo., Quando due immagini distinte cadono sulla retina contemporaneamente, il paziente perde un po ‘ di sensibilità al contrasto e guadagna stereopsi. (Che è, a proposito, qualcosa da menzionare quando si confrontano questi obiettivi con la monovisione.)

Attualmente esistono due tipi di lenti di visione simultanee: concentriche e asferiche.

  • Le lenti concentriche utilizzano una distanza o una zona ottica vicina, il che rende la dimensione della pupilla e la centratura dell’obiettivo fondamentali per la vestibilità. Questi sono disponibili in varietà centrate sulla distanza, quasi centrate, intelligenti e asferiche., Queste lenti tendono a funzionare meglio per i presbiti emergenti o precoci con bassi poteri di add.
  • I disegni asferici offrono un graduale cambiamento di potenza dal centro alla periferia. Hanno una superficie anteriore o una superficie posteriore asferica e funzionano particolarmente bene per la monovisione modificata.

Le lenti multifocali morbide sono progettate per la visione simultanea, in cui i raggi di luce attraversano contemporaneamente la distanza e le zone vicine., Le lenti multifocali sono progettate con curve asferiche (a sinistra) o configurazioni concentriche (al centro, a destra).

La disponibilità di due obiettivi di design simile con diversi gradienti di potenza offre la possibilità di superare i problemi legati alla scarsa sensibilità al contrasto. La scarsa sensibilità al contrasto (al contrario della potenza impropria dell’obiettivo) può essere l’indicazione per l’incapacità di un paziente particolarmente sensibile di raggiungere una visione soddisfacente a distanza.
7. Non essere selettivo-prova MFCLS su tutti!
Prima di percorrere la strada MFCL, assicurati di conoscere le aspettative del paziente., Come ho detto prima, lavorano per ” la maggior parte dei pazienti la maggior parte del tempo.”Ma alcuni presbiti possono soffrire di grave secchezza oculare, lavorare in un ambiente meticoloso che richiede una visione perfetta e sensibilità al contrasto, o semplicemente non possono essere buoni candidati per vari altri motivi.

Non c’è nessun sostituto per conoscere le esigenze e le aspettative dei vostri pazienti. Fai questo con il tempo faccia a faccia o un semplice questionario per facilitare uno screening più rapido.

Assicurarsi che la misura è legit., L’RGP multifocale di questo paziente, che si trovava nasalmente sull’occhio destro, si adattava troppo strettamente. Si noti la rientranza della lente sulla cornea temporale dopo la sua rimozione. Foto: Mile Brujic, O. D.

8. Non rifrangere troppo.
Grande come sarebbe se potessimo empiricamente selezionare una lente e raggiungere la perfezione visiva destra fuori del blocco, è quasi sempre necessario implementare una sorta di over-rifrazione. Trovo che usare il phoropter per queste situazioni non sia la strategia più efficace., Né sta tirando fuori l’intero set di lenti di prova dalla scuola di optometria e finendo con 50 lenti sciolte sparse.

Utilizzare semplici barre flipper, acquistate o acquistate da vari produttori di lenti a contatto, ed eseguire prove rapide per il paziente utilizzando materiali reali piuttosto che grafici nero su bianco. Ricorda, stiamo cercando di evitare che il paziente si concentri su questi grafici. Certo, voglio che il paziente sia 20/20, ma a volte finché sono 20/Felici (e soddisfano i requisiti minimi di acuità visiva, ovviamente), allora ho fatto il mio lavoro.
9. Non essere proattivo.,
Come con quasi tutto, sta a voi per garantire che si costruisce una pratica di successo lente multifocale. Discutere l’idea di lenti a contatto e offrire al paziente una prova rapida di contatti da utilizzare in ufficio, mentre la scelta di occhiali. Una volta che le lenti sono in, e il paziente vede quanto sono confortevoli e quanto più chiaramente si può vedere, hai piantato l’idea di lenti a contatto.

Quindi, rimuovere le lenti prima che se ne vadano, e dare loro la possibilità di programmare un montaggio.

10. Fai tutto da solo.,
Assicurati che la tua squadra conosca i tuoi obiettivi nello stabilire la tua pratica come il posto dove andare per una visione chiara a tutte le distanze senza fare affidamento sugli occhiali. Farli eccitato su di esso adattando i dipendenti presbiti e far loro cantare le tue lodi. Designate il vostro tecnico di lenti a contatto per fare lente di prova semplice over-rifrazioni quando possibile.

Montare con successo lenti multifocali è un grande costruttore di pratica e ha il potenziale per generare referral dei pazienti-dando ai pazienti soluzioni reali senza dover lasciare la tua pratica.

Dott., Denton è in uno studio privato a Burnsville, N. C. È fellow dell’American Academy of Optometry, membro del comitato esecutivo della Ocular Surface Society of Optometry e direttore del mentorship per le donne della visione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *